Josè Mourinho

AS ROMA RADIO NEWS – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Questa è “Etere giallorossa”: buona lettura!

Alessandro Vocalelli (Radio Radio 104.5): “La partita di domani è difficile. Senza Abraham e Dybala sarà ancora più complicato. Non deve avere frenesia di segnare subito, può anche andare ai supplementari. Nella partita dell’andata si è vista tanta differenza tra le due squadre”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio 104.5): “Non credo che la Roma punti ai supplementari, ma non dove partire a testa bassa. La partita non sarà semplice. Non sappiamo se giocheranno Dybala e Abraham e la Roma ha difficoltà a fare gol. La presenza in Europa è fondamentale per una società che vuole crescere. Quest’anno deve fare un cammino lungo. Da Belotti ci aspettavamo qualcosa in più”.

Furio Focolari (Radio Radio 104.5): “La Roma ha tante chance per passare il turno ma dipende da chi gioca. Belotti segna poco e anche Abraham ha fatto pochi gol. Dybala è fondamentale. In Europa vincere con due gol di scarto non è semplice soprattutto con l’idea che devi farli per forza”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Non lo so se si sono sentiti Mourinho e Pinto. La sensazione è che Mourinho voglia restare a Roma. Qualcosa in più si capirà quando parlerà stasera nella conferenza stampa. Se resta Mourinho e si fanno degli acquisti, la Roma può lottare per lo scudetto il prossimo anno. Al tecnico sono cascate le braccia per il mercato di gennaio. Zaniolo è stato dato via senza un sostituto. Mourinho vorrebbe vincere uno scudetto a Roma perché sa che entrerebbe nella storia”.

Ugo Trani (Centro Suono Sport 101.5): “Mettere la Roma in mano a Mourinho sarebbe una svolta. Kvara qualcuno l’ha seguito, pure Kim che Mourinho aveva segnalato quando era al Tottenham. Manca qualcosa anche a livello di scouting nella Roma. La mia preoccupazione per Dybala è che se la Juventus prende un’altra stangata per il caso stipendi, verrà squalificato anche lui. A fine marzo ci sarà il processo”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “L’ipotesi di Mourinho al comando della Roma è uno dei possibili scenari che avevamo già ipotizzato anche in passato. Io penso che in una situazione di scarse risorse economiche, come quella attuale, l’unica cosa che puoi fare in assenza di un DS forte è quella di affidare tutto a Mourinho facendogli fare il manager all’inglese, questa soluzione sembra essere la più probabile”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Sulla possibile squalifica di Dybala non me la sento di sbilanciarmi. Mi dispiacerebbe se il ragazzo fosse coinvolto in questa storia. Soltanto i Friedkin, Mourinho e Pinto possono sapere i dettagli contrattuali del tecnico. Se Mourinho dovesse lasciare la Roma lo farebbe perché pensa di avere una panchina più importante. Se parliamo di valori assoluti io non credo che la rosa del Napoli sia superiore a quella della Roma. Mettendo dentro Wijnaldum e Dybala. Le prestazioni, però, dicono tutt’altro. Inter e Juventus hanno delle rose superiori”.

Francesca Ferrazza (Radio Radio 104.5): “Berardi è il primo dirigente della Roma che parla e dice che Mourinho resterà l’anno prossimo. La ritengo una cosa importante. I movimenti sulle panchine si fanno adesso e Mourinho è un allenatore ambito a livello europeo”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio 104.5): “Mourinho sta pensando alla mossa a sorpresa per domani, Wijnaldum dal primo minuto. Lo ha provato, la tentazione è forte”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio 104.5): “Domani c’è bisogno della squadra che avrà le idee giuste, sarà una partita complicata soprattutto per le difficoltà che ha la Roma a fare gol. Una gara molto difficile”.

Sandro Sabatini (Radio Radio 104.5): “Per la Roma rappresenta tanto questa partita con il Salisburgo. Sarebbe una qualificazione non banale, per passare devi fare due gol altrimenti vai ai supplementari. Rappresenta tanto perché arriva dopo la polemica di Mourinho con il pubblico. Ci sarà da stare attenti alla reazione dei tifosi”.

Nando Orsi (Radio Radio 104.5): “La Roma senza Dybala e Abraham abbassa molto il suo livello tecnico, sono giocatori importanti. Fare gol non è semplice, soprattutto perché la Roma ha sempre avuto difficoltà a segnare. I sold out contano fino ad un certo punto, poi ci sono i giocatori che scendono in campo. La Roma deve avere un atteggiamento più propositivo”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨