Addio De Rossi, scatta la contestazione: “AS Azienda, oggi chiarimo ‘sta faccenda”

NOTIZIE AS ROMA DE ROSSI CONTESTAZIONE“Io voglio giocare, loro non vogliono“. La notizia dell’addio di Daniele De Rossi alla Roma per scelta della società giallorossa ha spiazzato la tifoseria romanista, che già nella notte ha dato il via alla contestazione con striscioni posizionati in varie zone della città, tra cui la sede del club all’Eur e Campo Testaccio. Oggi la protesta continua all’esterno del centro sportivo di Trigoria, dove, nonostante la pioggia che sta scendendo sulla Capitale, nel pomeriggio i tifosi hanno esposto lo striscione “AS Azienda, oggi chiarimo ‘sta faccenda!“. Chiaro il riferimento alle parole usate ieri dall’amministratore delegato Guido Fienga, che ha più volte parlato della Roma come di un’azienda invece che di una squadra.

Ore 16.05 – I tifosi hanno lasciato Trigoria dopo il confronto con De Rossi, Ranieri e Massara”.

Ore 16.00 – Nel confronto con i tifosi, Daniele De Rossi ha dichiarato che non firmerebbe anche in caso di passo indietro da parte della Roma. Mister Ranieri, invece, ha chiesto ai tifosi di non accanirsi con chi è a Trigoria, ma con chi è a Boston.

Ore 15.50 – Daniele De Rossi, mister Ranieri e il ds Massara sono usciti fuori per parlare con i tifosi.

Ore 15.20 – Compaiono altri striscioni di protesta: “Fatelo firma’!“, ma anche “Noi l’AS Roma, voi Azienda… funebre. Cori contro il presidente Pallotta e la società

Ore 15.00 – I circa 100 tifosi arrivati a Trigoria hanno esposto il primo striscione di contestazione: “AS Azienda, oggi chiarimo ‘sta faccenda!“.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA