ESCLUSIVA, Ursino (ds Crotone): “Volevamo Under due anni fa. La Roma può approdare in semifinale di Champions” [AUDIO]

412
Giuseppe Ursino

Beppe Ursino, direttore sportivo del Crotone, ha rilasciato un’intervista alla web radio di Romagiallorossa.it nel quale ha affrontato diversi temi, in particolare svelando un retroscena di mercato che riguarda Cengiz Under. Queste le sue dichiarazioni:

Domenica scorsa è arrivata una vittoria molto importante per il Crotone. Battere la Sampdoria non è mai facile per nessuno.
Sono d’accordissimo, abbiamo fatto una grande partita contro una squadra ottima, allenata molto bene, però dobbiamo subito dimenticare questa vittoria e pensare alla Roma, perchè andiamo ad incontrare una grandissima squadra

Cosa ha dato Zenga in più al Crotone? Un’impostazione di gioco diversa e più consapevolezza dei mezzi della squadra?
Ha dato un’impostazione di gioco molto diversa e nello stesso tempo ha creato nella squadra un grandissimo entusiasmo. E’ un allenatore veramente bravo, secondo me può ambire a squadre di media-alta classifica

Dovete tenervelo stretto, penso che le richieste arriveranno molto presto per Zenga…
Questo non lo so, noi dobbiamo prima pensare a salvarci che è la cosa essenziale, poi vedremo. Ho tanta esperienza sugli allenatori e sono loro che decidono quando hanno già raggiunto l’obiettivo. Penso che il mister in questo momento pensi semplicemente a salvare il Crotone. Poi le altre cose verranno

Tumminello come sta?
E’ un giocatore sul quale contavamo molto, poi alla seconda partita ha avuto questo brutto infortunio. Il ragazzo sta recuperando alla grande e dal lato umano abbiamo trovato un elemento eccezionale, che ha voglia ed entusiasmo. Secondo me questo è un giocatore che può arrivare a livelli alti

La Roma è tra le prime 8 d’Europa. C’è timore oppure potete giocarvi le vostre possibilità a Crotone?
Penso che quando si gioca a calcio, bisogna sempre puntare alla vittoria e fare il massimo del risultato, in ogni partita. Andiamo ad incontrare una squadra fortissima. Io lo dissi sin dall’inizio: per me la Roma deve competere con la Juventus e con il Napoli. Ha un grande allenatore e penso che in Champions League farà molta strada

La Roma in Champions League si trasforma, mentre in campionato spesso ha avuto qualche battuta a vuoto: come se lo spiega?
Ho visto giocare la Roma a Napoli e ha fatto una partita impressionante. Può capitare qualche battuta a vuoto perchè giocare ogni tre giorni è sempre difficile. Bisogna essere dentro per capire le dinamiche. Ci sono stati degli infortuni che hanno penalizzato la Roma. Under? Lo abbiamo visto due anni fa e volevamo portarlo a Crotone, ma sapevamo anche che lui voleva un grande club e così è stato. Lui ha avuto all’inizio un periodo di ambientamento, poi quando ha capito il calcio italiano ora sta giocando in modo divino. Come lui, come Schick e molti altri giocatori della rosa della Roma. Io penso che la Roma, come le ho detto prima, in Champions League può andare in semifinale e in campionato può arrivare sicuramente tra le prime quattro

Ci sta dando una notizia, il Crotone voleva Under…
Sì, l’ha visto un paio di anni fa mio figlio però sapevamo che aveva una certa valutazione. Però il giocatore lo avevamo già visto. La Roma ha un grandissimo direttore e l’ha preso subito. Under è un grande giocatore.

Quanto orgoglio c’è da parte sua di vedere Florenzi titolarissimo nella Roma, un giocatore che ha formato lei al Crotone?
Alessandro è uno dei giocatori al quale sono più affezionato. E’ lui che trasmette questa amicizia, il rispetto, è un ragazzo eccezionale. Come giocatore quando era da noi si vedeva che poteva arrivare a certi livelli. Sono orgoglioso di averlo avuto con me e gli auguro le più grandi fortune del mondo

Cosa si aspetta dalla partita con la Roma?
Mi aspetto che il Crotone giochi come ha fatto con la Sampdoria. Sicuramente sarà una grande partita. Noi abbiamo bisogno di un risultato positivo e cercheremo di ottenerlo

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA