Dario Canovi

CALCIOMERCATO AS ROMA CANOVI – Dario Canovi, noto procuratore sportivo, ha rilasciato un’intervista a Centro Suono Sport parlando di questa prima parte del calciomercato della Roma. Queste le sue dichiarazioni:

Un giudizio su Tiago Pinto?
“Per ora ottimo, entro il 30 giugno ha chiuso alcune cessioni importanti per il bilancio e preso due calciatori molto funzionali. Ha operato con intelligenza, poi è chiaro che dovremo vedere cosa accadrà ora perché dovrà prendere una punta centrale”.

Cosa pensa della politica di vendere i giovani?
“Siamo diventati un campionato di terza-quarta fascia e bisogna fare così per sopravvivere. Acquisire i giocatori è sempre più dispendiosi, le cifre sono sempre più iperboliche tra Inghilterra e paesi arabi. Bisogna andare a pescare giocatori da paesi ancora non scoperti, per esempio Kvaratskhelia è stato un grande colpo. I giocatori si possono cercare ovunque, è indispensabile avere un servizio scout all’altezza per poter sopravvivere”.

L’Arabia Saudita sta facendo incetta di grandi giocatori in questo periodo.
“Riprendo le parole di Marotta che ha detto una cosa giusta, cioè da un punto di vista è un bene perché puoi vendere calciatore a un prezzo superiore alla media. Chiaramente, tutto questo inflaziona il mercato e rende l’acquisto più oneroso. La Serie A non può acquistare a quei livelli, però questi club possono offrire cifre importanti per i nostri giocatori. Non potendoci più permettere certi acquisti, il nostro campionato scenderà sempre di più”.

Quale potrebbe essere l’attaccante giusto per la Roma?
“Sono convinto che Scamacca possa essere il nome giusto, deve trovare un club dove giocare con continuità come la Roma perché non avrebbe concorrenza, avendo poi vicino a sé calciatori come Dybala che sanno giocare a calcio. Scamacca merita di consacrarsi e potrebbe essere il nome giusto”.

Aouar e Ndicka?
“Sono due calciatori ottimi, la Roma si è mossa con anticipo rispetto alla concorrenza. La tempestività è importante, quando si decide di prendere un giocatore lo si deve fare e basta. Aouar e Ndicka erano appetibili per diversi club, ma la Roma è arrivata prima e poi non si deve mai svelare pubblicamente quali siano i propri obiettivi. Tare, per esempio, si muove nell’assoluto silenzio e questo è indispensabile e penso che Tiago Pinto abbia fatto proprio così”.

Quale centrocampista dovrebbe prendere la Roma?
“Frattesi e Renato Sanches sono due centrocampisti diversi, ma forti. Ci sono tanti club che hanno un surplus di giocatori di una certa qualità, io non avrei tutta questa fretta nel prendere un centrocampista, si potrebbero fare tanti affari verso la fine del mercato. Tra 20 giorni quando inizieranno i ritiri, ci saranno rose sovrabbondanti con giocatori di un certo valore, aspetterei un po’ prima di prendere un centrocampista. Squadre come Chelsea, PSG, Manchester United, hanno tanti giocatori che non hanno molte speranze di giocare e quindi potrebbero andare via in prestito per un anno, potrebbero essere delle occasioni”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨