Edin Dzeko

ROMA-SAMPDORIA 2-1 PAGELLE – Il migliore in campo è Edin Dzeko che decide la partita con una doppietta capolavoro. Tra i giallorossi benissimo anche Lorenzo Pellegrini e Mirante. Da rivedere Pastore, Bruno Peres e Carles Perez

MIRANTE 6,5 – Attento e reattivo quando viene chiamato in causa. Notevole una parata a terra nel primo tempo su girata ravvicinata di Thorsby.

PERES 5,5 – Insufficiente. Dalla sua parte la Samp affonda come vuole nella prima frazione, se la cava meglio nella ripresa quando la squadra di Ranieri accusa la stanchezza.

dal 61′ ZAPPACOSTA 6 – Quando entra in campo la Samp è in debito d’ossigeno. Ne approfitta garantendo una buona spinta sulla destra.

IBANEZ 6 – All’esordio con la maglia della Roma e schierato titolare a sorpresa da Fonseca, se la cava senza grosse sbavature. Da registrare l’intesa con i compagni di reparto.

SMALLING 6 – Non è sicuro e brillante come nella prima parte di stagione, ma comanda le operazioni al centro della difesa con buona sicurezza. Tradito da Diawara in occasione del gol di Gabbiadini.

KOLAROV 6 – Primo tempo così così, cresce in maniera esponenziale nella ripresa quando colpisce un palo e crea spesso superiorità numerica sulla trequarti con le sue avanzate.

VERETOUT 6 – Non sempre presente nel vivo della partita, di lui si ricorderà quel gran destro sotto l’incrocio vanificato dall’intervento del VAR. Sarebbe stato un gol da cineteca.

DIAWARA 4 – Primi 45 minuti sconcertanti: regala il gol alla Sampdoria con un retropassaggio sciagurato, poi rischia di concedere il bis su un’azione analoga ma viene graziato da Jankto che colpisce il palo. Completamente fuori partita.

dal 60′ CRISTANTE 6,5 – Entra in campo con la testa giusta e ha il merito (anche con un pizzico di fortuna) di firmare l’assist per il gol di Dzeko che decide la partita.

PEREZ 6 – Sufficienza stiracchiata. Gioca un buonissimo primo tempo: è tra i più vivaci ed entra anche nell’azione del gol annullato a Veretout. Sparisce nel secondo tempo.

dal 72′ UNDER s.v. – Pochissimi palloni giocabili, non lascia tracce sulla partita.

PASTORE 5,5 – Un numero di alta scuola con 3 avversari superati in dribbling e un destro secco respinto da Audero. Poi il nulla: un po’ poco per meritarsi la sufficienza.

dal 60′ PELLEGRINI 7 – Grande impatto sulla partita. Assist al bacio per l’1-1 di Dzeko e tanti palloni giocati con coraggio e intelligenza. Non è al meglio fisicamente, altrimenti sarebbe partito titolare.

MKHITARYAN 6 – In ombra nei primi 45 minuti, si riscatta nel secondo tempo sfiorando il gol e creando situazioni interessanti ai venti metri.

dall’85’ KALINIC s.v. – In campo nel finale, non giudicabile.

DZEKO 8 – Audero gli nega il gol con due super parate nei primi minuti, ma nella ripresa non può nulla di fronte a due capolavori: sinistro e destro al volo, in girata e con l’avversario incollato. Ha vinto la Roma, ma ha vinto soprattutto Dzeko: devastante e determinante.

All.: FONSECA 5,5 – Per larghi tratti della partita la Samp dimostra di essere messa meglio in campo. Dà fiducia a Pastore ma non viene ripagato. Azzecca i cambi di Pellegrini e Cristante, ma alla fine deve ringraziare Dzeko.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui