Sinisa Mihajlovic

ROMA-BOLOGNA 1-0 MIHAJLOVIC – Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la sconfitta dei rossoblù per 1-0 contro la Roma. Queste le sue parole:

MIHAJLOVIC A SKY

Nella prima mezzora la squadra ha creato, poi vi siete spenti. Cosa è successo?
Creiamo, giochiamo e abbiamo speso tanto. Non ci stava il loro vantaggio a fine primo tempo, hanno passato due volte la metà campo. Abbiamo avuto 4-5 occasioni, i ragazzi hanno fatto quello che dovevano e non posso dirgli nulla. Giochiamo con tutti, abbiamo più possesso e occasioni e poi facciamo 0 punti: dispiace a me e a tutti. Deve dispiacere anche alla società, fare meglio degli altri è una consolazione che non serve a nulla se non vinci.

In futuro grazie a Saputo riempirete l’area con un centravanti?
Non so dirti quando e se arriva Saputo. Quando arriverà parleremo, non so di cosa. Noi dobbiamo salvarci, ora giochiamo in casa con Spezia e Torino e dobbiamo fare il massimo. Mi dispiace perché con Inter e Roma, per come abbiamo giocato e per quanto abbiamo prodotto, non meritavamo di perdere. In campo la superiorità di queste squadre rispetto a noi non si è vista.

Il Bologna è bello…
Ma non balla, siamo sempre lì.

Bisogna accettare anche i limiti, tu in questo fai fatica…
Mi dispiace, manca poco, per come giochiamo e per quanto creiamo sono amareggiato. Nessuno ci ha messo sotto tranne la Roma all’andata, poi siamo sempre stati alla pari o superiori. Abbiamo raccolto meno di quanto meritato, è un nostro limite e mi rode quando perdo così.

Soriano a livello internazionale, nel 4-3-3, è giusto vada in tribuna
Soriano fece 8 gol alla Sampdoria nel primo anno in cui andò in Nazionale, e ci andò giocando nel 4-3-3. Gli vuoi bene quanto me? Non credo, perché secondo te è più bravo da trequartista che mezzala? Forse perché aiuta poco in fase difensiva? Guarda tra chi ha fatto più falli in Serie A, è secondo solo a Kucka. Roberto aiuta molto in fase difensiva.

MIHAJLOVIC IN CONFERENZA

“Non si può dopo quel primo tempo, con quello che abbiamo creato, non andare avanti, anche la Roma non sa come si è ritrovata in vantaggio, hanno superato due volte la metà campo. Dominiamo, ma mi dispiace perché ai ragazzi non posso dire niente. Creiamo e purtroppo non facciamo gol, con le grandi squadre basta una ca***ta per prenderlo. Ci manca qualcosa, se non la butti dentro non vinci le partite. Non è colpa mia né dei giocatori. Sappiamo quello che ci manca. Ora abbiamo due partite in casa con Spezia e Torino, pensiamo partita dopo partita. Se qualcuno si metterà seduto farà pagare tutti per lui. Mi auguro che non lo faranno, mancano otto partite e dobbiamo cercare di fare il meglio possibile”.

Sul futuro
Il futuro è quello che mi aspetta la prossima settimana, ora penso alla partita di oggi, non ho tempo di pensare ad altro. Sono incazzato purtroppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA