Gonzalo Villar

NOTIZIE AS ROMA RADIO – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport): “E’ normale che il procuratore di Fonseca, in un momento in cui l’allenatore è stato lasciato solo, vada a chiedere spiegazioni alla società. Roma-Parma? Ho visto ancora diversi difetti nella squadra giallorossa, ma la vittoria è meritata. Se fosse stato dato il rigore non so come sarebbe finito. Mkhitaryan? E’ un giocatore che vive su un altro pianeta. Nel 2020 ha fatto molto bene e alla Roma servono giocatori così. A Dzeko, invece, rivedo l’apatia dei primi tempi”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport): “Io non so quali giocatori di alto livello potranno venire a Roma e nella notizia del procuratore di Fonseca a Roma leggo anche un allenatore che magari si sta guardando attorno. Vedo tutto estremamente nebuloso: dalla guida tecnica al mercato e passando per quella societaria. Roma-Parma? La partita mi lascia molto freddo nei confronti della squadra. Battere il Parma era il minimo sindacale”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Ibanez sembra giovane e anche una pippa. E nemmeno una pippa al sugo, ma una pippa insormontabile. Speriamo bene per la sua carriera. Villar, attenzione, è anche peggio: non so cosa ci sia peggio di pippa insormontabile: una pippa universale. Non si possono portare alla Roma certi giocatori. Noi dobbiamo essere rigorosi, questi sono giocatori che non possono stare nemmeno in panchina. Se qualcuno dice che Villar ha fatto una buona partita, allora il calcio è morto. Però poi mi faccio intenerire, e magari migliorerà e diventerà un ottimo centrocampista, però non mi dite che ieri ha giocato bene… Dzeko non pervenuto, meno male che c’è Mkhitaryan che segna come un bomber”.

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Villar non ha mai giocato in Liga, ma solo nella serie B spagnola e si vede che c’è inesperienza. Ma si vede che c’è del materiale su cui lavorare, ha personalità. Fabbri è veramente un caso disperato, è uno che non può arbitrare da nessuna parte, nemmeno in serie B. In generale c’è una resistenza del mondo arbitrale al Var che sta causando dei danni”.

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Villar potrebbe andare al Benevento a fare un anno di esperienza, sarebbe secondo me una mossa abbastanza intelligente. Fabbri? Lo dipingono come uno, non voglio dire presuntuoso, ma molto sicuro di sé e questa componente ha influito nella decisione di non assegnare il rigore. Due decisioni ribaltate dal Var erano troppe per Fabbri”.

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Inutile cambiare dopo 24 ore il giudizio sulla Roma. A parte che il Parma non era pervenuto, è stata una partita tra due squadre che avevano poco da dire. Cosa vuoi aspettarti dalla Roma? Giusto un miracolo, che i giocatori tirino fuori il meglio di loro, ma io dubito di questo. Under non vede il campo, e l’esclusione di Kluivert per motivi tecnici la dice lunga. Cristante è un apolide del calcio, ora deve fare il difensore centrale. I giornali gli danno 5, ma lui meriterebbe 8 dopo che lo hanno messo a fare il centrale quando all’Atalanta faceva il trequartista. Fonseca lascia fuori Fazio e mette Ibanez, e addirittura gli preferisce Cristante centrale: o è disperato o considera Fazio una delle più grandi seghe”.

Dario Bersani (Rete Sport): “Cristante si sta adattando a tutto, tra l’altro questo ragazzo si espone a figure che non merita, ma lui si prende le responsabilità e non si nasconde, e di questo gli va dato atto. I problemi restano, non basta una vittoria”.

Franco Melli (Radio Radio): “Fabbri ieri è stato disastroso. Nella Roma ho visto dei miglioramenti, anche se mi aspettavo che vincesse con un’altra autorevolezza. L’arma in più è Mkhitaryan, fa ciò che mi aspettavo da Pellegrini”.

Furio Focolari (Radio Radio): “Ho visto la Roma un pochino in crescita, ma l’episodio sul rigore non assegnato è clamoroso. La squadra non è stata eccezionale, però è tornata a giocare a pallone: mi riferisco anche al palo di Pellegrini e alle occasioni di Villar”.

Roberto Renga (Radio Radio): “Serata disastrosa per Fabbri, si era perso anche il rigore di Cristante. Non ho visto una grande Roma, anche se poteva fare più gol. A Napoli aveva perso ma aveva giocato contro una squadra più forte rispetto al Parma di ieri. Giustifico Villar: sono rimasto triste per lui. Per me con questa vittoria la Roma si è garantita un posto in Europa League, almeno nei preliminari”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Fabbri non può arbitrare, ieri ha confermato la serataccia di Lazio-Fiorentina. La Roma ha giocato benino, in queste partite si ritrova. Bene in difesa, male in attacco. La Roma deve domandarsi per il prossimo anno se continuare con Dzeko o se serve un grande attaccante più continuo. Cristante? Meglio a centrocampo. La Roma per certi livelli è una buona squadra, ma quando si alza l’asticella fatica a rispondere bene”.

Nando Orsi (Radio Radio): “Il rigore non concesso al Parma fa tutta la differenza del mondo. Era netto. Secondo me Fabbri ha avuto paura di darlo. I regolamenti vanno cambiati, i rigori che danno oggi sono ridicoli. E’ un altro sport. Non so se la Roma si sia meritata la vittoria, forse sì. La cosa più importante erano i tre punti, ma è un brodino. Cristante? Secondo me deve giocare come centrocampista avanzato”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “La Roma? La cosa più importante erano i tre punti e quelli sono arrivati. In attacco poche idee e su Dzeko sono d’accordo con Pruzzo: che fare? Perchè l’Inter lo vuole…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA