Dario Canovi

CALCIOMERCATO AS ROMA DYBALA WIJNALDUM – Dario Canovi, uno dei più importanti procuratori sportivi in circolazione, ha rilasciato un’intervista a Romagiallorossa.it parlando del mercato della Roma: da Dybala a Wijnaldum passando per Matic. Queste le sue dichiarazioni in esclusiva:

Dario Canovi, partiamo da Dybala che ha acceso l’entusiasmo della piazza romanista: come lo vede e che tipo di acquisto è?
“Che sia un acquisto intelligente non c’è dubbio, è uno dei pochi grandi campioni che ci sono in giro nel calcio internazionale, non ce ne sono molti come lui. Averlo preso a condizioni economiche anche eque e vantaggiose, è una grande mossa della proprietà. Poteva sicuramente costare molto ma molto di più. Penso che sia un acquisto tatticamente e tecnicamente intelligente ed economicamente vantaggioso. E’ un ottimo acquisto da parte della Roma. Oltretutto è un giocatore che può cambiare la faccia della Roma. Avere in campo un giocatore come Dybala non è avere uno qualsiasi, può vincere la partita anche da solo, anche se la Roma ha un gioco di squadra ben definito”.

Sembrava inizialmente che prima dell’arrivo di Dybala dovesse partire Zaniolo, invece l’azzurro è rimasto. Potenzialmente la Roma ha un attacco devastante.
“Bisogna trovare gli equilibri e questo non sarà molto facile. Penso che se Zaniolo avrà le offerte che lui vuole, la Roma lo sacrificherà. Non ho elementi per dire che questo avverrà, ma tenendo presente le caratteristiche tecniche di Dybala e Zaniolo, tutto sommato ci sta che quest’ultimo vada via”.

Ammettendo che Zaniolo possa rimanere, come vede l’attacco della Roma con lui, Dybala, Pellegrini ed Abraham?
“Dipende da quello che farà la Roma a centrocampo, è chiaro che è una squadra piuttosto sbilanciata in avanti. E’ da tenere presente questo aspetto. Servirebbe una squadra un po’ più equilibrata, ci dobbiamo affidare alla bravura tattica di Mourinho”.

Tornando a Dybala, lui si porta dietro anche numerosi sponsor e un merchandising non indifferente. Non è un caso che le sue magliette nei Roma Store stiano già andando a ruba…
“Anche dal punto di vista del marketing la Roma ha fatto un’ottima scelta, non c’è dubbio. Giocatori come Dybala si portano dietro anche una ricchezza economica, non solo tecnica. E’ chiaro che quando prendi un giocatore come lui, sai che venderai un certo numero di magliette e di gadget. Tenendo presente quanto sono veramente attaccati alla squadra i tifosi della Roma, penso che il merchandising intorno a Dybala sarà veramente tanto”.

Come valuta l’acquisto di Matic?
“Matic ha la storia di un centrocampista di primissimo livello. Ha grande esperienza, tecnicamente e fisicamente fa la differenza. La fa anche tatticamente, pur avendo un fisico notevole sa anche giocare a calcio. Sicuramente è un centrocampo robusto. In mezzo non c’è più una questione squisitamente tecnica, ma anche una componente fisica. Matic è uno di quelli che dà una forza fisica notevole. Sarà, come dicevo prima, un centrocampo molto più robusto, che sa contrastare e ripartire. Anche Matic lo reputo un grande acquisto”.

E se dovesse arrivare anche Wijnaldum? Il centrocampo sarebbe di assoluto livello…
“Come si dice a Roma, magari ci casca… (ride, ndr)”.

Matic-Wijnaldum sarebbe un centrocampo incredibilmente completo e forte…
“Sarebbe un centrocampo magari non giovanissimo, ma tecnicamente, tatticamente e fisicamente all’altezza delle migliori squadre europee. L’unico inconveniente è che non sono giovanissimi”.

Per quanto riguarda Wijnaldum si parla di un prestito con diritto di riscatto e una compartecipazione dell’ingaggio tra Psg e la Roma al 50%.
“Non so se la compartecipazione dell’ingaggio riuscirà ad ottenerlo la Roma. Il Psg ha tanti giocatori da sistemare, non credo che il club francese sia disposto a pagare l’ingaggio di giocatori che non stanno più da loro. Può darsi che il Psg possa pagare una parte dell’ingaggio, ma non il 50% come sento. Può darsi che non pagandolo niente, cioè arrivando in prestito, la Roma abbia il vantaggio di avere un giocatore a zero euro del valore di Wijnaldum”.

Wijnaldum potrebbe accettare questo tipo di proposta della Roma? Ad esempio un ingaggio pagato una parte dal Psg e una parte quindi maggiore dalla Roma?
“Bisogna tenere presente che c’è il Decreto Crescita da applicare che consente ai club italiani di avere un impatto fiscale minore. Penso che la Roma possa trovare una soluzione in tal senso. Wijnaldum guadagna 9 milioni di euro, ma non sono 18 milioni lordi come sarebbero per qualsiasi altro giocatore italiano, ma applicando il decreto crescita sarebbero circa 13-14 milioni lordi. Sono sempre tanti, ma al netto sarebbero circa 6-7 milioni di euro. Se riescono a farsi dare qualcosa dal Psg, allora credo che sarebbe molto più facile. arrivarci”.

Mourinho ha avuto un ruolo decisivo nella trattativa, se fosse vera la chiamata all’olandese…
“Sicuramente è vero, sono sicuro che Mourinho in queste cose ha una grossa incidenza. Credo che anche in Dybala sia stato decisivo il fatto che ci sia nella Roma un allenatore come il portoghese”.

Anche i presidenti Friedkin sono stati decisivi, oltre che Mourinho.
“Certo, ma i presidenti non mettono la squadra in campo, mentre Mourinho fa vincere le coppe, lui è un allenatore vincente e questo Dybala e gli altri giocatori lo sanno. Non è che si vince per caso. Un allenatore che vince ovunque e tanto come Mourinho, c’è una spiegazione logica, e i giocatori lo sanno”.

Un’ultima domanda su Celik: potrebbe essere lui il titolare al posto di Karsdorp o parte dietro l’olandese?
“Quantomeno partolo alla pari, l’ho seguito molto Celik in Ligue 1. Ha fatto un grande campionato ed è un giocatore importante, per intenderci non è una riserva. Come minimo lotterà per il posto da titolare, ma uscirà alla distanza”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨