Miralem Pjanic oggi si è presentato ai media in conferenza stampa. Il neobianconero, arrivato dalla Roma per 32 milioni di euro, non ha mancato di parlare della sua ex squadra, evidenziando le differenze che, a suo modo di vedere, intercorrono tra i due club.

Da avversario ti eri fatto un’idea del mondo Juventus. Dopo una settimana di lavoro, quell’idea è confermata o c’è qualcosa che non ti aspettavi?
“Sapevo l’avversario che era, che squadra è, che società è da fuori. Adesso che sono dentro ho visto tante cose diverse e ho capito perché è sempre difficile essere davanti alla Juve con la Roma. Sono qua, sono molto contento, si lavora tanto, l’ho capito subito. Sono a disposizione della squadra per raggiungere grandi obiettivi, per continuare a vincere semplicemente tutti i titoli che hanno vinto già l’anno scorso e farlo ancora di più. Ma sicuramente c’è una differenza dove sono stato in passato e dove sono oggi“.

Cosa significherà Roma-Juventus?
“Penso di ritrovare i miei amici, i tifosi, sarò contento. Sarà bello per me, ho passato 5 anni bellissimi a Roma, ma ora penso solo alla Juve. So che sarà fischiato, ma oggi sono contento e sarà contento di ritrovare tutto l’Olimpico e tutta la squadra della Roma”.

Differenza tra Roma e Juventus?
“C’è differenza dal primo giorno, ho ricevuto tanti benvenuti dalla squadra e mi hanno fatto capire che sono in una grande squadra con grandi giocatori”.

Che reazioni ci sono state dai tuoi ex compagni?
“Ho mandato sms prima a Spalletti, Totti, De Rossi. Li ho avvisati perché stavano lì da tanto. Sono stato 5 anni a Roma e sono stato benissimo, ma la carriera è breve ed era giusto cambiare. Quando ho detto che dovevo cambiare squadra erano tutti dispiaciuti, ma i giocatori mi hanno fatto i complimenti. Porterò loro tanto rispetto. Il calcio è così e si va avanti”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID