Luciano Spalletti

Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato Udinese-Inter. Il tecnico nerazzurro ha colto l’occasione per ricordare anche la sua esperienza in giallorosso e parlare della lotta per il quarto posto. Queste le sue dichiarazioni:

C’è una concorrente che teme in modo particolare per la Champions?
“No, sono tante, fino alla Lazio sono tutte in corsa. Squadre come l’Atalanta che ogni anno è vista come una sorpresa, ma ormai non lo è più. Si creano aspettative che nella testa dei giocatori vanno smaltite. Possono benissimo arrivare dentro le prime quattro. Si è infilato anche il Torino quest’anno e la Roma l’ho allenata e lo so bene dove può arrivare: dicono che hanno ceduto, ma allo stesso modo i giocatori importanti li hanno pure presi. Quando arrivai io, dopo i primi sei mesi la Juventus venne a prenderci Pjanic che era sul livello di De Rossi. Arrivavamo secondi, però non andava bene… Perciò possono pure arrivare davanti a noi in classifica. Tutte possono ambire a quel posto e dobbiamo guardarci in maniera attenta“.

Questa gara può essere la partita decisiva per confermare la Champions?
“Lo possono essere tutte, bisogna vedere cosa fanno gli altri e questi altri sono almeno sei. Vanno tutte affrontate nel modo giusto. Andare a giocare in casa di una squadra che lotta per la salvezza a quattro giornate dalla fine, vale uno scontro diretto per il livello di difficoltà. Sarà una partita difficile per classifica e importanza del nostro obiettivo. Vincere è fondamentale“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA