Losi a RG: “Col Barcellona nutro speranze, ci vorrà un grande Dzeko”

335
Giacomo Losi

Giacomo Losi, storico capitano della Roma, è intervenuto questa mattina nella web radio di Romagiallorossa.it durante la trasmissione “Roma Giallorossa” parlando della sfida contro il Barcellona.

Losi, come si batte il Barcellona?
Sarà molto difficile per la Roma, il Barcellona è una grande squadra che è abituata a queste gare così importanti. Speriamo di essere all’altezza, penso che i giallorossi abbiano tutti i numeri per poter fare una grande partita, perchè in questo momento, anche se ha diversi alti e bassi e cade nella mediocrità, alla fine sfodera prestazioni importanti, da grande squadra. La Roma, per quello che ha fatto in Champions, meriterebbe la semifinale.

Alisson è considerato il portiere più forte del mondo. Può essere considerato il Pelè dei portieri?
Per arrivare a Pelè ce ne vuole (ride, ndr), io ci ho giocato contro, era giovanissimo, ma era un grandissimo giocatore, il numero uno al mondo. Alisson è un portiere che dà una certa sicurezza che tanti altri portieri non danno.

Come crede che si svolgerà la partita? Con la Roma che si chiuderà e andrà in contropiede oppure con i giallorossi che aggrediranno i portatori di palla del Barcellona con un grande pressing?
Penso che la Roma dovrà stare molto attenta e aspettare il momento buono per poter fare sua la partita. Non ci saranno spazi perchè non è facile contro questi grandissimi giocatori che ha il Barcellona. Credo che la Roma possa fare qualsiasi risultato se giocherà da Roma. E’ chiaro che dipenderà molto dal Barcellona che, lo ripeto, è una grandissima squadra, e noi dovremo essere molto concentrati e concedere quasi niente.

In percentuale quante possibilità dà alla Roma di uscire almeno indenne dal Camp Nou?
Mi auguro che la Roma dimostri di essere una grande squadra. Non dimentichiamo che il nome Roma fa un po’ gola a tutti, anche se non vince da diversi anni. Sarebbe importante per i giallorossi battere questa squadra dalla tradizione incredibile e dal nome altisonante come Barcellona.

Il giocatore decisivo per la Roma secondo lei?
Ne ha qualcuno nella sua rosa, ci sono elementi abbastanza importanti. Noi abbiamo Dzeko che non funge più da centravanti classico vecchia maniera, vero che parte molto indietro o lateralmente, però Edin quando è in condizione diventa molto pericoloso per l’avversario. Speriamo possa essere decisivo anche in questa partita.

I media spagnoli hanno definito la Roma un ‘cioccolatino da scartare’. Può essere controproducente per il Barcellona avere tutta questa sicurezza di vincere?
I giornali, i media spagnoli in generale, fanno gioco di squadra. Non penso che i giocatori del Barcellona e il loro allenatore la pensino in questa maniera. Certo, giocheranno al massimo delle loro possibilità come sempre e poi il Barcellona è abituato a questo tipo di partite e sanno come affrontarle perchè vanno sempre in fondo alle competizioni internazionali. Loro sanno perfettamente che non sarà una gara facile. Io penso che la Roma se la può giocare, mi auguro che sia così.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA