Josè Mourinho, Luciano Spalletti

ULTIME NOTIZIE AS ROMA NAPOLI SPALLETTI – Luciano Spalletti, allenatore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo lo 0-0 contro la Roma. Queste le sue parole:

SPALLETTI A DAZN

“Prima di iniziare a parlare vi chiarisco la mia espulsione. Ho parlato con Massa riguardo due episodi, sono sempre stato zitto e gli ho detto che ha arbitrato bene però evidentemente pensava fossi ironico… Gliel’ho spiegato, roba che veramente mi distrugge e mi dispiace perché uno viene con le buone intenzioni, ho parlato con Irrati qualche volta, non ho mai detto nulla, protestato e sono stato cacciato. Spero si riesca a far chiarezza”.

Si aspettava questo tipo di partita della Roma?
“Entrambe hanno giocato una buonissima gara, dove poi si sono un po’ equivalse nel senso che entrambe hanno provato a vincerla, mantenendo però un grandissimo equilibrio. Le situazioni per far gol sono state diverse, se sbagli poi quella che è la prima aggressività e ti saltano un reparto lo fanno valere sino in fondo, sono due squadre forti”.

La prestazione di Anguissa?
“Il ragazzo è un atleta forte, un uomo vero e sa far tutto come avete visto. Sa attaccare, difendere, giocare nello stretto, bisogna che migliori sulla finalizzazione perché con tutto il volume di lavoro che fa si ritaglia anche spazi per concludere, è fisico di testa, meno ci si mette mano e meglio è”.

Ha rammarico per la mancata vittoria o è comunque soddisfatto?
“Bisogna andare a provare a spingere forte per creare poi uno spirito di squadra, un atteggiamento corretto perché la squadra lo merita, questa voglia di vincere le partite. Non sono tanto convinti alcune volte e bisogna dargli quell’aiutino in più. La mia è una squadra che recepisce e vuol fare bene”.

Manca un po’ di costruzione per favorire i trequartisti?
“Hai spiegato bene, con Mario Rui abbiamo provato a fare il quinto a sinistra, con l’inserimento degli esterni poi solo all’ultimo abbiamo scatenato i passaggi sulla trequarti, però la partita è stata fatta perché era difficile in un momento difficile con la Roma che ha ritrovato il pubblico dell’Olimpico, la squadra ha dimostrato carattere”.

L’espulsione?
“Mi devasta questo episodio, penso dispiaccia anche all’arbitro”.

Il rapporto con l’Olimpico?
“I cori erano rivolti a me e ho alzato la mano, io la penso sempre alla stessa maniera, ho dei ricordi bellissimi poi ognuno reagisce come vuole”.

Di nuovo sull’espulsione?
“Ma poi era facile capire le mie intenzioni, non ho mai detto niente. Ci sono stati anche un paio di episodi a favore nostro, però la panchina è stata sempre seduta, li ho tenuti sempre fermi, siamo stati compostissimi”.

C’è un problema di comunicazione con gli arbitri?
“Sono andato a salutarlo alla fine, Massa ha arbitrato benissimo perché era una partita difficile, gli episodi potevano cambiare però la partita è stata fatta bene da entrambe le parti, bisogna avere un comportamento corretto e infatti ci ha parlato spesso Insigne, poi siamo stati sempre composti, non mi sembra sia stata una partita dove abbiamo creato difficoltà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA