Connect with us

Primo Piano

Roma, Baldanzi bolle in pentola: costa 13-15 milioni

Published

on

CALCIOMERCATO AS ROMA BALDANZI Roma-Baldanzi bolle in pentola. Se preferite, è in cottura. Cosa significa? Che nella testa delle parti in causa l’operazione sarebbe persino definita: serve però che gli ultimi dettagli si sistemino al posto giusto per poi poter dire che l’affare si fa. E quando i giorni davanti sono pochi, sette prima che il mercato d’inverno chiuda i battenti, troppi finali già visti consigliano il fiato sospeso, scrive il Corriere dello Sport.

Tiago Pinto è il gm dimissionario che continua a lavorare a testa bassa per la Roma (incassando il grazie di De Rossi post Riyad), arrivato a Milano mercoledì sera con un’idea e qualche contatto già impostato. L’idea è Tommaso Baldanzi, il fantasista dell’Empoli per il quale il pensiero di trasferirsi a Roma è stupendo.

Daniele De Rossi è il tecnico a cui i Friedkin hanno affidato la squadra dopo lo strappo con José Mourinho (spiazzato e deluso almeno per la tempistica). E per lui, per DDR, Baldanzi è una soluzione molto, molto interessante, come talento in assoluto e come simil-Dybala (fatte le debiti proporzioni) per caratteristiche. Un posto sul palco è di Giuseppe Riso, il manager di Baldanzi: non è ultimo in scena, è certamente centrale rappresentando il giocatore. Tra lui e Pinto schermaglie, contatti, qualche scambio, da quando il gm giallorosso è arrivato a Milano.

Restano l’Empoli e i Friedkin: ruoli chiave. Al club toscano, fino a ieri non sono arrivate offerte formali per poter dire che ci sia una trattativa con i crismi per essere definita tale. Dunque la posizione del presidente Corsi, contestualizzata allo state delle cose ieri, è netta, seria e va capita. Poi c’è il dietro le quinte: il mondo Empoli sa che a Pinto, a De Rossi, alla Roma, Baldanzi piace parecchio. E che con Nicola il ragazzo potrebbe non trovare lo spazio che si aspetta, rischiando di intaccare ancora quel valore economico che rispetto all’estate è già sceso un po’ e che tra cinque mesi potrebbe asciugarsi ancora, giocando poco.

Tutto questo fa sì che una cifra per ascoltare offerte riferite al gioiellino, in casa azzurra sia idealmente fissata. E infine… i Friedkin: sono quelli che dovranno dare il definitivo via libera all’operazione, una volta che sul tavolo dell’Empoli arriverà il piatto imbandito. Intanto i tifosi giallorossi, al nome del talentino si sono accesi sui social.

Advertisement

Primo atto, necessario dunque, un passo della Roma verso la società toscana. Perché il lavoro preparatorio può considerarsi fatto: ora deve scattare la fase due, quella che porta alla eventuale definizione. L’Empoli ragiona su una forbice compresa tra i 13 e i 15 milioni, possono entrare due fattori a modularla verso l’alto o verso il basso: l’ingresso di baby del vivaio giallorosso (uno o due, Pagano, Joao Costa e Pisilli tra le candidature).

Attenzione alla percentuale sulla rivendita, fattore che entrato in scena nelle ultime ore: potrebbe rivelarsi decisivo. La formula del pagamento? La dilazione alleggerirebbe le tasse, l’Empoli vuole monetizzare e non ascolta ragioni, il prestito con obbligo è una via. Ultimo dettaglio ma non troppo: Baldanzi è un 2003 e non deve liberare posto in lista. Ma per il conto economico vendere un pezzo è opportuno.

Oggi c’è assemblea di Lega, i presidenti e gli operatori creeranno una sorta di mercato scoperto da via Rosellini agli hotel più gettonati in città, a Milano: può nascere la scintilla di un incontro, di un contatto per Baldanzi. Poi il campionato e il rush finale tra lunedì e giovedì, con la tre giorni allo Sheraton San Siro.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨



Copyright © 2008 - 2024 | Roma Giallorossa | Testata Giornalistica | Registrazione Tribunale di Roma n. 328/2009
Editore e direttore responsabile: Marco Violi
Contatti: info@romagiallorossa.it