Josè Mourinho

ULTIME NOTIZIE AS ROMA RADIO ZANIOLO – Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Buona lettura!

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92.7): “E’ imbarazzante che a due giorni dall’evento ci siano dei dubbi su una partita di Serie A, un’altra brutta figura del sistema calcio italiano. Io non ho capito il vero problema. Il ritorno dei tifosi sugli spalti hanno aiutato tanto la Roma in queste vittorie all’Olimpico, la squadra ha ritrovato energia grazie anche al calore della gente. L’attacco di oggi è più forte di quello dell’anno scorso. Abraham ha dato la scossa giusta. Ibanez il primo tra quelli che sono migliorati, sta facendo partite come forse non ha mai fatto. Mancini un altro, ha acquisito più sicurezza”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport – 101,5): “La partita e quello che abbiamo visto ieri sono segnali importanti. Noi abbiamo un fenomeno adesso: Mourinho. Non ci sono altri fenomeni nella Roma, Zaniolo lo può diventare. Ma Mourinho ha in mano tutti e 20 i giocatori della Roma, mi sarebbe piaciuto vederlo con in mano altri giocatori, ma va bene, questi abbiamo e questi ci teniamo. L’Olimpico? E’ un gran pubblico, serve tantissimo, se Mourinho e Friedkin sono coinvolti con questa squadra, e sembra proprio di sì, loro ancora non hanno visto niente. Forse l’antipasto. Non sanno di che stiamo parlando. Sulla partita, non è stata facilissima. A centrocampo non erano male quelli del Trabzonspor, ma la Roma sarà questa, una squadra che deve rubare palla e ripartire al volo”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Nella Roma ci sono grandi individualità che stanno emergendo, la prestazione di Cristante mi fa pensare che a centrocampo non ci sia bisogno di un nuovo innesto, penserei più ai problemi fisici di Smalling. Belli i messaggi di Mou a Pellegrini e il gol di Zaniolo, molto simbolico per la Roma e per la Nazionale. Mourinho fuoriclasse per come sta coinvolgendo il pubblico. Dal punto di vista psicologico è un fenomeno, e qui alla Roma sta facendo molto società”.

Tony Damascelli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Le parole su Pellegrini? Mourinho lancia un messaggio più al ragazzo che alla società, e in questo lui è bravissimo. Il fatto dell’inno è una cosa da Mou, ma non è l’unica. Lui le sue squadre le fa tornare in campo nel secondo tempo con due minuti di ritardo, in modo che l’avversario si innervosisca. Anche questa è una sua tattica che serve all’interno del gruppo”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Zaniolo è in crescita ed è un valore aggiunto per questa squadra, capace di far fare un salto di qualità. La sua condizione fisica sta migliorando e ne ha beneficio tutta la squadra. La Roma in attacco ha pochi problemi, con almeno sette giocatori di alto livello”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Bene Zaniolo, bene il portiere. Poteva essere una partita complicata invece Rui Patricio è stato attento e poi la Roma ha dilagato. La squadra crede nell’allenatore e questo è importante. Lui, poi, bravissimo nella comunicazione”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “Roma bella e divertente. Mourinho ha dato un plus a livello psicologico, mentale. Il fatto, però, che Rui Patricio sia stato tra i migliori vuol dire che in difesa manca ancora qualcosa. Il portiere fa troppe parate. Credo che Mourinho lo sappia. Su Zaniolo andrei cauto con gli impegni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA