Radja Nainggolan

Radja Nainggolan, centrocampista della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine del match pareggiato contro il Chelsea per 3-3

NAINGGOLAN A MEDIASET PREMIUM

Pareggio linea di confine dopo una prova sontuosa?
Strano prendere il 3-3, ci sentivamo più forti in campo. Il risultato però è positivo e fa bene per il morale.

Dove si deve migliorare?
Abbiamo preso gol infelici, abbiamo perso palloni semplici e possiamo fare meglio in alcune cose. Abbiamo costruito tanto e sul gioco abbiamo fatto meglio di loro.

Hai scelto la Roma rispetto al Chelsea. Quanto sei soddisfatto?
Sempre stato convinto, vincere a Roma sarebbe indimenticabile. Sto bene a Roma. Voglio dare ancora tanto a questa maglia e non voglio cambiare.

La forza che sentite di avere da cosa deriva?
Abbiamo perso con il Napoli anche se potevamo pareggiare. Abbiamo fatto bene nel secondo tempo, pressavamo bene. Dopo una sconfitta arriva la rabbia e si è visto in campo. Questa è la strada giusta.


NAINGGOLAN A ROMA TV

Avete regalato grandi emozioni.
Anche per noi è la stessa sensazione, siamo stati sotto di due e siamo andati in vantaggio. Come gioco abbiamo fatto una grande prestazione da squadra. Peccato per il terzo gol, ci sentivamo forti e si vedeva da come giocavamo con tanta personalità. Meritavamo qualcosa in più.

Stasera un grande passo in avanti.
Abbiamo perso per colpa nostra col Napoli, abbiamo dimostrato che oggi siamo partiti subito forte, abbiamo aggredito alti senza paura, li abbiamo messi sotto perché hanno calciato spesso palla in avanti. A livello di gioco grande partita.

Grande intensità fisica stasera.
Sì, a tutti piace giocare queste partite, non c’è bisogno di motivazione per farle. Sono belle partite, campi, stadi e atmosfere. Grandissima prestazione anche se abbiamo pareggiato, ma è un pareggio che porta morale e se giochiamo così in casa possiamo fare bene.

Vi siete divertiti e non avevate paura.
Sì ci sentivamo forti, non era da tutti andare sotto di due e poi rimontare. Ci abbiamo creduto, abbiamo lavorato tanto e ottenuto un grande risultato grazie al gioco. Da fuori penso sia stata divertente, ma anche da dentro il campo.

Ora che bisogna fare per mantenere questo livello?
Oggi parliamo anche del palcoscenico più importante per ogni giocatore, ma queste partite sono belle e importanti e noi come squadra dobbiamo lavorare come stiamo facendo. Sono andati via un po’ di giocatori, Gerson ha fatto una grande partita, ha agito sia in difesa che in attacco. Ogni giocatore che viene chiamato in causa sa che deve fare così’ possiamo allargare la rosa e contare su tutti ed è una cosa importante.

Dzeko.
Questo è il grande problema di Roma. Il primo anno è stato criticato molto, sta facendo un gol dopo l’altro dall’anno scorso. Un giocatore deve rispondere sul campo e lui risponde sempre presente, anche se non fa gol lavora per la squadra e ogni giocatore è contento di averlo in squadra.

Sul ruolo.
Ho giocato anche da esterno nell’ultima. Io mi metto a disposizione, il mio obiettivo è vincere ogni partita e arrivare più lontano possibile e sono a disposizione come tutti i miei compagni.


NAINGGOLAN IN ZONA MISTA

Grande differenza di prestazione tra oggi e sabato.
Contro il Napoli abbiamo approcciato male, questo è il calcio. Questo era un palcoscenico diverso, le motivazioni arrivano da sole. Abbiamo dimostrato di essere una squadra forte, abbiamo fatto bene. Nel secondo tempo col Napoli avevamo fatto meglio del primo, ma è sempre difficile. Col Napoli un pareggio sarebbe stato giusto e oggi abbiamo costruito su quel secondo tempo.

Conte ti ha ingabbiato.
Gli spazi si vanno a cercare comunque, abbiamo fatto molto bene come squadra. Siamo stati in partita dall’inizio alla fine perché avevamo costruito già da prima dello svantaggio. Sono partite belle da vedere, con la rimonta si sentivamo forti e potevamo vincerla. Poi Hazard non ha fatto la migliore prestazione, ma ha fatto due gol importanti per la sua squadra.

La qualificazione sembrava impossibile all’inizio, ora è un obiettivo concreto.
Questo si diceva fuori, noi veniamo sempre giudicati in anticipo. Col Napoli non abbiamo fatto bene ma va considerando anche che ci sono squadre forti. Noi diamo sempre il massimo, poi si vince, si pareggia o si perde. Purtroppo abbiamo perso e quindi si parla così, se avessimo vinto si sarebbe parlato in un’altra maniera.

Ora si può fare però.
E’ aperta per tutti, il Qarabag ha pareggiato con l’Atletico. Noi siamo stati criticati per la prestazione, ma alla fine abbiamo vinto. Pensate cosa diranno all’Atletico dopo oggi. Nel calcio le partite sono singole, bisogna giocarsele ogni volta, a secondo di come sta una squadra. E’ sempre difficile andare in queste trasferte, ma noi abbiamo preso i tre punti mentre l’Atletico ha pareggiato. Vedete voi chi criticare.

Questa prestazione basterà a Martinez per convocarti?
Io sono concentrato su quello che faccio qui, un po’ di paura di non andare al Mondiale ce l’ho però sto lavorando e poi vediamo se mi convocherà o no.

Più soddisfazione per la prestazione o il rammarico per non aver vinto?
Un po’ di rimpianti ci sono ma abbiamo ottenuto un risultato positivo che nessuno aveva previsto. Abbiamo fatto una grande prestazione andando sotto 2-0 e da grande squadra portando il risultato a nostro favore. Poi purtroppo abbiamo pareggiato, per come si era messa potevamo vincerla. Se giochiamo così in casa possiamo farcela, vediamo come andrà lì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA