Tra gli insostituibili della Roma, Radja Nainggolan lo è un po’ più degli altri. Il centrocampista belga, infatti, è l’unico che non ha saltato nemmeno un minuto nelle quattro gare ufficiali giocate fin qui: 360 minuti complessivi e tanti chilometri percorsi. Per questo a Trigoria non è dispiaciuto che nel doppio impegno con il Belgio, Radja abbia giocato solo un tempo nell’amichevole contro la Spagna e sei minuti (al posto di Fellaini) nella gara contro Cipro. L’unico modo che ha per tirare il fiato, insomma, è quando non indossa la maglia della Roma.

Spalletti, che ieri non ha diretto l’allenamento della squadra a causa di un lutto, contro la Sampdoria ripartirà da lui (e da Strootman) in un centrocampo in cui dovrà fare a meno di Daniele De Rossi. Quella blucerchiata, poi, è la squadra contro cui Nainggolan ha esordito in giallorosso: era il 9 gennaio del 2014 negli ottavi di finale di Coppa Italia, Radja era arrivato in prestito il giorno prima e Rudi Garcia lo buttò subito nella mischia. Da quel giorno non è praticamente più uscito, fino a diventare uno dei calciatori più importanti della rosa.

Nella sessione di mercato appena conclusa la Roma ha dovuto rifiutare prima le offerte del Chelsea e poi quelle dell’Inter, che aveva messo sul piatto i 45 milioni di euro poi utilizzati per Joao Mario. La società ha saputo resistere, ma anche il giocatore si è comportato in maniera impeccabile mantenendo la parola data ai dirigenti. Anche per questo il suo contratto tra qualche giorno sarà nuovamente adeguato, a meno di 12 mesi dall’ultima volta: Nainggolan arriverà a guadagnare, bonus compresi, 5 milioni netti a stagione, diventando il secondo calciatore più pagato della rosa. L’arrivo di James Pallotta nella Capitale, previsto per il week-end, potrebbe dare un’accelerata alla sua situazione, e a quelle di Strootman e Manolas.

L’agenda del presidente, che domenica sarà in tribuna insieme al nuovo a.d. Umberto Gandini (ieri il comunicato del club), non è ancora stata ufficializzata ma non sono da escludere incontri istituzionali con i rappresentanti del Comune e della Regione per la questione relativa al nuovo stadio. Possibile anche una conferenza stampa nel nuovo store di via del Corso.

Ieri è tornato ad allenarsi in gruppo Perotti, che oggi insieme a Iturbe, Paredes, Fazio e al laziale Lucas Biglia sarà presente alla conferenza stampa di presentazione di «Uniti per la Pace», evento di beneficenza promosso da Papa Francesco in programma il 12 ottobre all’Olimpico.

(Corriere della Sera – G. Piacentini)

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID