Gianluca Mancini

ULTIME NOTIZIE AS ROMA RINNOVO MANCINI – Nella Roma si sa che sono diversi i calciatori che avrebbero la promessa di un ritocco d’ingaggio. Si va da capitan Pellegrini – in scadenza già il prossimo anno – a Zaniolo, da Cristante a Veretout, ma la prima situazione che sarà definita, secondo le voci che giungono a Trigoria, sarà quella legata a Gianluca Mancini, scrive La Gazzetta dello Sport.

Pur avendo il contratto in scadenza nel 2024, il difensore giallorosso sarebbe davvero uno dei pezzi pregiati del mercato. Per lui hanno chiesto informazioni, oltre alle solite big del nostro campionato (e fra queste l’Inter di recente), anche alcuni dei più importanti club inglesi. Per questo, visto che il suo ingaggi non arriva neppure al milione e mezzo a stagione, la volontà è quella di andare almeno al raddoppio, anche se la trattativa vera e propria deve ancora entrare nel vivo.

Proprio per agevolarla, è possibile che si possa parlare anche dell’inserimento di una clausola di rescissione, ma non “impossibile”, come quella da 80 milioni che è stata apposta sul fresco rinnovo di Ibanez, ma se vogliamo più “praticabile” (40?), cioè in grado – in un possibile futuro – di far scattare qualche riflessione in alcune delle massime società europee.

Perché una cosa è certa: in queste stagioni giallorosse, Mancini ha messo in mostra, oltre che qualità tecniche da difensore puro – rapido e bravo nell’anticipo – anche duttilità tattica (ha giocato anche da centrocampista e da terzino) e una leadership che lo hanno già reso una sorta di capitano in campo.

E se già nel fine settimana il percorso di Mancini potrà essere indirizzato per una firma prima del raduno del 6 luglio, il capitano vero però, cioè Lorenzo Pellegrini, che pure si aspettava nuovi contatti vista l’assenza dall’Europeo, non sembra ormai avere fretta. Intendiamoci, con una clausola rescissoria da 30 milioni, gli estimatori non mancano (Barcellona, Liverpool e Tottenham), ma alla Roma hanno la chiara sensazione che il giocatore – rasserenato sulla bontà del progetto dall’arrivo di Mourinho in panchina – abbia intenzione di seguire le orme di Totti e De Rossi, non muovendosi dalla Capitale.

Insomma, dato per scontato un congruo aumento d’ingaggio, il futuro pare già scritto. Sulla carta, lo sarebbe anche per tutti coloro che attendono gli aumenti, ma la situazione finanziaria del club impone un momento di riflessione per quei casi che sembrano considerati meno urgenti, nonostante si tratti di giocatori non banali. Parliamo di Cristante, così come di Veretout per finire con Zaniolo.

D’altronde, è il rovescio della medaglia dell’avere giocatori affidabili che altri club invidiano. Per questo – oggi come sempre – avere un portafoglio gonfio pare indispensabile per fare calcio ad alti livelli.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID