È un ballottaggio tra slavi. A caccia del dopo Glik, accordatosi con il Monaco, l’ultima idea del Toro nata nelle quotidiane chiacchierate con la Roma è il bosniaco Ervin Zukanovic. Ventinove anni, l’ex di Chievo e Sampdoria si destreggia bene anche sull’out sinistro: peculiarità non da poco, è di piede mancino e sulla carta può sostituire anche Moretti. L’altro candidato forte è Nedan Tomovic, la cui zona di competenza è il centro destra. Rispetto al serbo, per il quale la Fiorentinachiede 5 milioni, il giallorosso costa di meno e il suo aggancio può essere agevolato dagli ottimi rapporti tra le due società. Toro e Roma, dopo aver chiuso per Falque e Ljajic (che però non ha ancora dato l’okay definitivo ai granata), stanno parlando anche di Leandro Castan, sul quale c’è anche la Sampdoria, che dal canto suo potrebbe girare al Toro Matias Silvestre. Invece il club giallorosso in settimana si vedrà con l’agente di Bruno Peres. E tra le alternative al brasiliano ha inserito Davide Zappacosta, che piace molto a Sassuolo e Fiorentina.

(La Stampa – F. Manassero)

© RIPRODUZIONE RISERVATA