Josè Mourinho

AS ROMA NEWS MOURINHO – Dalla gara di giovedì sera contro il Betis Siviglia fino a quella con il Torino del 13 novembre la Roma giocherà 11 partite, quasi una ogni tre giorni. Per questo la domanda è sempre la stessa: come gestirà la rosa Mou? In quali occasioni potrà ricorrere al turnover e quando sarà costretto a mandare in campo tutti i migliori?

Come riferisce il Corriere della Sera, con i rientri di El Shaarawy e Kumbulla, più il lavoro specifico fatto durante la sosta da Spinazzola e Camara, la rosa si è allungata. Per questo lo Special One potrà dare un po’ di riposo ai calciatori a rischio come Smalling o Dybala. L’inglese e l’argentino si stanno dimostrando fondamentali per il tecnico, che però dovrà gestirli: quasi certamente non giovedì contro il Betis, un match già decisivo per il passaggio del turno in Europa League e per il primo posto nel girone, più probabilmente domenica sera all’Olimpico, contro il Lecce, la terza di questo primo mini-ciclo cominciato sabato scorso a Milano contro l’Inter.

Contro il Betis, Mourinho – candidato con Inzaghi e Pioli per il premio di miglior allenatore della scorsa stagione al Gran Galà del Calcio 2022 – dovrebbe fare pochi cambi, confermando la difesa titolare con Smalling, Mancini e Ibanez. A centrocampo potrebbe rimanere fuori Lorenzo Pellegrini, uscito affaticato dalla gara contro l’Inter, così come era successo con l’Atalanta. Se il capitano dovesse rimanere fuori, a questo punto sarebbero confermati al centro Matic e Cristante, con Zaniolo e Dybala alle spalle del rientrante Abraham. Possibile avvicendamento sulla sinistra: Zalewski potrebbe prendere il posto di Spinazzola, a meno che Mourinho non decida di spostare il polacco a destra per dare un turno di riposo a Celik, tra i meno brillanti a San Siro e unico della rosa senza un vero cambio, visto l’infortunio di Karsdorp.

Contro il Lecce, invece, dovrebbero riposare Smalling e Dybala: al loro posto Kumbulla e Pellegrini, mentre Camara potrebbe esordire dal primo minuto e prendere il posto di uno tra Matic e Cristante. Una chance potrebbe averla anche Andrea Belotti, in coppia con Abraham o al posto dell’inglese, che domenica sera ha portato a cena tutta la squadra per festeggiare il suo venticinquesimo compleanno.

Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin, ieri, intervenendo al congresso AIPS e USSI a Roma, ha parlato anche della Conference League vinta lo scorso anno dai giallorossi: “Qualcuno ha criticato la Conference, ma ora ci dicono di fare le competizioni in stadi più grandi. La finale vinta dalla Roma è stata più vista di quella dell’Europa League”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID