Paulo Fonseca

ULTIME NOTIZIE AS ROMA CROTONE FONSECA – Rispetto alle ultime uscite, nella conferenza stampa alla vigilia del match col Crotone, Paulo Fonseca è sembrato quasi rilassato, sicuramente più sereno. L’annuncio che a fine anno la sua strada e quella della Roma si separeranno deve essere stata una liberazione per il tecnico portoghese, che cerca di tenere alta la concentrazione dei suoi calciatori per le quattro partite che mancano alla fine della stagione, scrive il Corriere della Sera.

A partire dal match di questo pomeriggio (ore 18) all’Olimpico contro la squadra di Serse Cosmi: servono tre punti per difendere il settimo posto, che vuol dire partecipare alla prossima Conference League. «Ai calciatori – le parole del tecnico – non devo chiedere niente, sappiamo che dobbiamo arrivare più in alto possibile. Non servono stimoli perché chi gioca per la Roma deve sempre scendere in campo per vincere, e per difendere questa maglia».

Poi, a fine stagione, passerà il testimone (e le responsabilità) a Josè Mourinho, che sui social network continua a flirtare a distanza con tutto ciò che giallorosso: ieri ha risposto al messaggio di una gelateria della Capitale che gli ha dedicato un gusto chiamato «Special One», suggerendo i gusti mango (giallo) e fragola (rosso). Quello che non farà, Fonseca, è dare consigli al connazionale sui calciatori della rosa, anche se continua a difendere il suo lavoro senza anticipare cosa farà il prossimo anno.

«Il mio futuro sono le prossime quattro partite. Il valore della rosa? Non sarò io l’allenatore, non è giusto fare questa valutazione ma in questa stagione sono mancati calciatori importanti». Col Crotone non recupererà nessuno dei tanti infortunati, una costante nell’ultima fase della stagione, che ha avuto un impatto negativo sui risultati della squadra.

Fonseca respinge al mittente qualsiasi addebito riguardo alle tante assenze. «Fino a marzo ci sono state solo le situazioni con Zaniolo e Smalling, poi giocando tre partite a settimana sono arrivati gli infortuni. È successo anche in altre squadre europee, in quelle che hanno giocato più gare. Il Bayern Monaco ha affrontato il Psg senza sette titolari, sono situazioni accadute di più in questo anno particolare con il Covid».

Senza tanti titolari, ci sarà ancora spazio per i giovani. Darboe giocherà dall’inizio, ma molti ragazzi della Primavera sono pronti. Il merito è del tecnico Alberto De Rossi e dello staff». Il centrocampista proveniente dal Gambia dovrebbe fare coppia con Cristante davanti alla difesa nel 4-2-3-1. In difesa, senza Mancini squalificato, spazio a Ibanez e Kumbulla, con Karsdorp e Santon esterni. Davanti al posto di Dzeko spazio a Borja Mayoral: lo spagnolo all’andata fu protagonista di una grande prestazione, realizzando una doppietta. Alle sue spalle Pellegrini, Pedro e Mkhitaryan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA