Lorenzo Pellegrini

ULTIME NOTIZIE AS ROMA JUVENTUS – Difficile raccontare quanto accaduto ieri all’Olimpico nella sua ultima versione con pubblico prima della nuova stretta governativa che lascerà entrare solo cinquemila persone, scrive Il Tempo. Perché cose di questo tipo solo la Roma riesce a farle accadere in un pomeriggio da manicomio con i tifosi giallorossi che lasciano lo stadio sbattendo la testa al muro letteralmente impazziti.

Altro che tecnico, Luis Enrique, Garcia, Mourinho, qui serve un esorcista o forse lo sciamano di Trump. Contro la Juventus la Roma domina per oltre un’ora, portandosi su un 3-1 che irradiava sicurezza: Mou faceva le spalle larghe e già molti giallorossi se la godevano sul web. Poi in sette minuti incassa tre gol e sul 3-4 a dieci dalla fine riesce pure a sbagliare in rigore: ed è tutto vero. Inutili i sedici minuti finali con un uomo in più. 

La classifica? Resta inguardabile, sempre peggio. Intanto il portoghese è riuscito a battere il record negativo che apparteneva addirittura a Zeman raggiungendo quota 9 ko in 21 partite. Il boemo dopo 20 partite aveva raccolto otto sconfitte e poi fu esonerato alla nona. I numeri sono impietosi, senza parlare degli scontri diretti nei quali la Roma ha un bilancio disastroso con una sola vittoria e un pareggio (sconfitte con Juve (2) Milan (2) Inter e Lazio.

Inoltre Mourinho ha incassato sette gol nelle ultime tre partite per un bilancio di 28 complessivi presi fin qui: una media che sfiora il gol e mezzo a partita. Vogliamo aggiungere i tre rigori sbagliati? Potremmo, ma cambierebbe poco in un bilancio che non ha altri aggettivi se non “disastroso”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID