Dan Friedkin

AS ROMA NEWS FRIEDKIN – Una miniera d’oro, che può rendere ancora più solida la Roma. Perché dall’agosto del 2020 il club giallorosso fa parte di una galassia più ampia, quella che fa capo al TFG, il The Friedkin Group, una holding di aziende che nel 2021 è stata capace di fatturare 10,7 miliardi di dollari.

Come riferito da La Gazzetta dello Sport è un risultato eccellente, che ha portato il gruppo di proprietà del presidente della Roma per la prima volta dalla sua nascita al primo posto del Chronicle 100, l’indice delle cento migliori aziende private del Texas (la sede centrale del TFG è a Houston). “È un momento esaltante per le nostre attività – ha detto Dan – Abbiamo un profondo affetto e riconoscimento per tutti i tifosi della Roma e per i nostri clienti degli altri settori. La loro fedeltà è stata fondamentale per i successi conseguiti in questi anni”.

Che Dan e Ryan Friedkin si fossero profondamente innamorati della loro ultima creatura – la Roma – lo si era intuito da un po’. Da quando hanno preso il club giallorosso non solo hanno passato più tempo nella Capitale che a casa loro, a Houston, ma hanno investito anche quantità ingenti di denaro, a fronte di una situazione economica ancora inevitabilmente non florida (l’Indebitamento finanziario netto consolidato del club al 30 aprile 2022 era pari a 344,2 milioni di euro).

Dall’agosto del 2020, momento dell’acquisto da Pallotta e soci, i Friedkin hanno speso per la Roma l’ingente somma di 577,6 milioni di euro, così suddivisi: 199 per l’acquisizione, 370 per le varie iniezioni di denaro necessarie per l’aumento di capitale finalizzato alle esigenze di cassa e 8,6 per l’attuale Opa, che terminerà l’8 luglio e che finora ha portato i Friedkin a detenere oltre il 91% delle azioni romaniste (per il delisting e, quindi, l’uscita dalla Borsa serve salire fino al 95%).

Il risultato finale, però, è stata la vittoria della Conference League, che Dan ha commentato così: “È stata un’emozione enorme, sono molto felice che la Roma sia tornata a vincere dopo tanto tempo: lo meritava la tifoseria, la città e la squadra. Non ho vinto io, ma la Roma”.

Parole degne di un presidente che sta vincendo anche in altri settori. La vetta del Chronicle 100 il TFG l’ha raggiunta con la crescita delle vendite di auto Toyota nei 5 stati Usa in cui è distributore esclusivo (nel 2021 +10,4%), tanto che la Gulf State Toyota, l’azienda leader del gruppo, lo scorso anno ha fatturato 8,8 miliardi di dollari (quasi il 90% del totale del gruppo), con un +6% rispetto al 2020. E le previsioni per il 2022 sono ancora più rosee, cosa di cui ovviamente trarrà beneficio anche la Roma.

“C’è una fervida domanda di camion, soprattutto in Texas”, dice Dan, che si aspetta numeri ancora più alti. Anche nel settore turistico, dove la catena degli Auberge Resorts Collection ha segnato un +70% di ricavi sul 2019. “Molte nostre proprietà hanno fatto registrare sempre il tutto esaurito – continua il presidente della Roma – I ricavi hanno un trend positivo, con una crescita a due cifre nella prima parte di quest’anno rispetto allo stesso periodo del 2021″. In questo scenario, è facile pensare che i Friedkin diano presto seguito al loro desiderio di rendere la Roma sempre più forte. Che poi è anche il desiderio di Mourinho, l’uomo che di rimando ha dato anche lui maggior lustro a tutto l’intero gruppo.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID