Sistemato Doumbia al Basilea (2 milioni il prestito oneroso più 6,5 l’obbligo di riscatto), Sabatini dovrà oggi riuscire a piazzare più esuberi possibile. In particolare Ljajic, che ha uno stipendio da 1,9milioni a stagione ed è in trattativa con il Torino. Così come Iago Falque, che già da tempo ha trovato l’accordo con i granata. Ventiquattrore per chiudere il bilancio senza passività, sfruttando l’uscita di calciatori che non rientrano nei piani di tecnico e società. Poi, da domani, il ds giallorosso potrà concentrarsi sugli arrivi, ufficializzando l’acquisto di Mario Rui e quello, molto probabile, di Zabaleta. Mentre per il terzino dell’Empoli è tutto a posto, con l’argentino, in scadenza tra un anno col City, mancano da limare i dettagli di una trattativa consumata in pochi giorni, che si gioca sulle cifre dell’ingaggio al ragazzo, che, tra bonus e fisso, arriverà a prendere intorno ai 3 milioni per tre stagioni. La Roma andrà in ritiro tra 9 giorni, il tempo che dovrà utilizzare Sabatini per consegnare a Spalletti quantomeno una difesa completa dei quattro titolari. Per gli esterni i giochi sembrano fatti, da identificare il centrale che affiancherà Manolas.

(La Repubblica – F. Ferrazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA