Josè Mourinho

ULTIME NOTIZIE AS ROMA ZORYA MOURINHO – Josè Mourinho, allenatore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la vittoria dei giallorossi per 3-0 contro lo Zorya. Queste le sue parole:

Cosa le è piaciuto di più?
“Il risultato che è quello che conta. Pochi giorni fa abbiamo dominato contro una squadra che sembrava piccola, oggi abbiamo vinto ed è importante avere 6 punti perché abbiamo più chances per qualificarci. Non abbiamo avuto infortuni, non siamo stanchi perché abbiamo fatto riposare gente e tutto ciò è positivo”.

Darboe?
“Ha giocato molto bene, ha fatto buone scelte, ha fatto possesso e ha fatto anche buoni movimenti difensivi. Ho dato dei minuti anche a Diawara, sono soddisfatto di Darboe”.

Smalling?
“Ormai è recuperato ed è a disposizione. Quando l’ho utilizzato ha fatto bene, si aspettava che oggi avrebbe guidato il reparto difensivo senza Mancini, ha giocato bene”.

Dormirete a Trigoria e poi testa all’Empoli.
“Dopo una sconfitta è sempre importante vincere. Abbiamo vinto in coppa e dobbiamo farlo anche in Serie A contro una squadra che ha 9 punti e sta facendo bene. Torneremo tra le 2 e le 3 di notte, meglio dormire lì, allenarci in mattinata e poi tornare a casa”.

MOURINHO A ROMA TV+

“Abbiamo vinto, che è la cosa più importante. Abbiamo un esempio di pochi giorni fa: abbiamo dominato contro una squadra che sembrava piccola e abbiamo perso. Il calcio è così, il risultato è la cosa più importante. Oggi primo tempo equilibrato, poi Abraham e Zaniolo sono entrati bene e hanno creato problemi che fino a quel momento lo Zorya non aveva avuto. Dopo il secondo gol è finita la partita e abbiamo controllato abbastanza bene. Sei punti dopo due partite sono molto importanti, ci siamo quasi. Abbiamo due partite in casa e ci siamo quasi”.

La Roma ha vinto otto partite su dieci, un risultato che aiuta a crescere? 

“Tutto aiuta a crescere, anche le sconfitte. Si deve imparare con tutta l’esperienza che si accumula. In Conference League abbiamo sentito la motivazione e la responsabilità di fare bene e rispettare la competizione. L’abbiamo affrontata con serietà e stiamo facendo bene. Abbiamo cominciato con un ostacolo difficile come il Trabzonspor e ora voglia arrivare primi nel girone, che vorrebbe dire due partite di meno. Ora avremo il Bodo fuori casa e oggi era importante fare punti. Poi ne avremo due a Roma e dovremo chiudere il discorso qualificazione”.

L’Empoli è temibile. 

“Non ho ancora analizzato al dettaglio, ma da quello che ho visto è una buona squadra che sa giocare. Hanno 9 punti, non sembrano una squadra che arriva dalla Serie B. Fortunatamente non siamo stanchi, abbiamo fatto riposare tanta gente e penso che fisicamente e psicologicamente possiamo stare bene e cercare i punti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA