ULTIME NOTIZIE STADIO DELLA ROMA TOR DI VALLE – Telenovela finita? Con 17 voti a favore l’assemblea di Roma Capitale ha approvato la delibera di revoca sul pubblico interesse al progetto dello stadio della Roma a Tor di Valle. Alla votazione in aula erano presenti 19 consiglieri: due consiglieri non hanno partecipato, 29 gli assenti, scrive il Corriere della Sera.

Gli emendamenti del PD, presentati da Giulio Pelonzi, sono stati accettati, Sinistra per Roma si è detta favorevole, Fratelli d’Italia non ha partecipato al voto ma ha garantito il numero legale. Politicamente è una vittoria PD, rivendicata dal candidato sindaco Roberto Gualtieri: «Gli emendamenti – ha detto a Rete Sport – risolvono un problema che la Giunta si era creata da sola scrivendo male la delibera. Il nuovo progetto? Sconsiglierei di farci una campagna elettorale perché è una cosa seria: la città ne ha abbastanza di promesse. Più che sparare zone a caso (frecciata a Calenda?), bisogna individuare l’area e costruire un percorso. È il momento di lavorare seriamente e insieme».

Felice la sindaca Virginia Raggi: «Ora è possibile un nuovo progetto per il rilancio della città». La palla passa ai Friedkin, mentre Eurnova e la CPI di Radovan Vitek, nuovo proprietario dei terreni di Tor di Valle, minacciano una causa di risarcimento milionaria e il ricorso al Tar. La sindaca, a sua volta, ha preannunciato una querela per la «pressione» fatta da Eurnova sui consiglieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA