Eldor Shomurodov

CALCIOMERCATO AS ROMA SHOMURODOV – L’arrivo di Shomurodov (ufficialità fra oggi e domani, prestito a 2,5 milioni e obbligo a 17,5) scrive Il Messaggero, fa sorridere Mourinho. Che ha chiesto e ottenuto l’attaccante uzbeko. Precisazione: non arriva per fare il vice Dzeko. O meglio, non solo per quello visto che nel ruolo c’è già Mayoral.

Shomurodov, secondo giocatore dell’Uzbekistan della storia della Serie A (l’altro è stato Zeytulaev), è stato preso per giocare insieme a Edin. Come seconda punta in un remoto 4-4-2 o come uno dei due esterni del 4-2-3-1. Zaniolo a destra ed Eldor a sinistra garantirebbero profondità, potenza e ripiegamenti in fase difensiva, quelli che ad esempio nelle prime uscite Mkhitaryan fatica a fare.

Senza forza fisica non si possono costruire grandi squadre“, ama ricordare lo Special One che sta plasmando la squadra a sua immagine. Dunque capace di soffrire e forte caratterialmente. Il match col Porto insegna (domani si replica col Siviglia, il 4 test contro il Belenenses).

Intanto Florenzi non partirà con Cristante per l’Algarve ma resterà ad allenarsi a Trigoria.

Tornando a Shomurodov, diventerà una pedina da giocare in corsa o dal via. Umile, generoso, lavoratore, non vive (solo) per il gol. La scorsa stagione con il Genoa ha segnato 8 reti di cui 5 nelle ultime 5 giornate. È bravo a farsi largo tra le linee ma quando si alza il pallone, sa farsi trovare pronto.

Per il gioco che ha in mente Mou, caratterizzato dalle verticalizzazioni, sembra fatto apposta. Dovrà scrollarsi di dosso un minimo di scetticismo, dato da una valutazione (20 milioni) che in un mercato dove non gira un euro, ha sorpreso e non poco. Ma lì ci possono essere anche delle sinergie future che magari tra qualche settimana saranno più chiare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA