Patrik Schick

(Gazzetta dello Sport – D. Stoppini) Ci voleva Marcello Lippi per tirare su il morale di Patrik Schick. China Cup, la nazionale di casa allenata dal tecnico italiano vince 1-0 all’intervallo, l’attaccante della Roma è in panchina, tanto per cambiare. Nella ripresa entra, al 14’ segna l’1-2 e poi mette il piede pure nell’azione dell’1-3. Il match finirà poi 1-4 per i cechi, ma questo a Trigoria interessa poco. Piuttosto, a Di Francesco farà piacere che Schick – alla seconda rete stagionale – ritrovi fiducia. «Non voglio sopravvalutare questo gol o parlarne più di tanto, in fondo devo ancora crescere – ha commentato il giocatore –. Tornerò a Roma stanco, ma certo che mi piacerebbe giocare o almeno essere candidato a farlo. Sì, mi piace l’attacco a due punte». Modulo che però nella Roma non è al momento previsto.

RADJA IN PERMESSO – Schick è atteso al rientro a Trigoria, domani sarà il giorno degli altri nazionali. Compreso Nainggolan, oggi annunciato titolare contro l’Arabia Sauditadal c.t. del Belgio Martinez. Piccolo giallo nel pomeriggio, quando il centrocampista ha saltato la rifinitura. Nessun caso, solo la stretta necessità di far visita a un familiare in non buone condizioni fisiche e dunque permesso accordato dalla federazione belga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA