Roma, Monchi cala un poker servito

Monchi

(Leggo – F. Balzani) Quattro colpi prima della fine di maggio. Dopo l’anticiclone Scipione a scaldare Roma ci sta pensando Monchi. La lunga estate del ds è già iniziata, così come il mercato in entrata di una Roma che non vuole perdere tempo come accaduto negli anni passati. Lo spagnolo ha messo in canna quattro colpi e li sparerà tutti questa settimana.

Ieri è stato il turno di Coric. Il centrocampista croato classe ’97 sosterrà oggi le visite mediche e arriva per 7 milioni dalla Dinamo Zagabria. Un acquisto che era nell’aria da settimane mentre si è sbloccata venerdì sera la trattativa con Marcano. Il difensore del Porto si svincolerà il 31 maggio e dopo aver studiato le offerte di Valencia e Roma ha deciso di dire sì ai giallorossi coi quali firmerà un triennale da 2 milioni.

I due capolavori di Monchi da portare sotto l’ombrellone entro il prossimo week end, però, rispondono ai nomi di Bryan Cristante e Justin Kluivert. Per assicurarsi due tra gli under 23 più cercati d’Europa, il ds ha dovuto lavorare con grande anticipo e trovare i canali giusti. Per il centrocampista azzurro le trattative con l’Atalanta sono iniziate addirittura 10 mesi fa. Cristante – che in giallorosso guadagnerà 2 milioni a stagione – arriverà per un conguaglio complessivo di 25 milioni che sarà attutito da un paio di contropartite in prestito: sul tavolo Tumminello, Antonucci, Gerson e Defrel.

Costerà ancora meno (15-18 milioni circa) Kluivert junior. In questo caso Monchi è stato astuto nel trovare la collaborazione di un agente scafato come Raiola che ha lavorato ai fianchi l’Ajax ora costretto a vendere l’esterno per non rischiare di perderlo a gennaio a zero euro. Quattro acquisti studiati a tavolino con Di Francesco.

Ma il mercato della Roma è appena iniziato. Ora, infatti, Monchi dovrà capire quale pedine spostare per far quadrare conti e formazione. In bilico il futuro di almeno 5 giocatori: Peres, Florenzi, Strootman, Nainggolan ed El Shaarawy. Il primo potrebbe finire al Besiktas per 9 milioni e permettere così a Monchi di chiudere con l’Hoffenheim per Kadarabek. Per gli altri si valuteranno offerte e situazioni, senza tralasciare la questione Alisson che però (almeno a parole) è stato blindato sia da Pallotta che dallo stesso Monchi. Chi non dovrebbe rischiare è Dzeko che ieri a Face tv ha ammesso: “A gennaio potevo andare al Chelsea ma ho deciso di continuare qui. Non ero pronto a trasferirmi. Voglio restare a Roma, poi però è la società a decidere”.

APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER APPLE
APP ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID

© RIPRODUZIONE RISERVATA