NOTIZIE AS ROMA MIRANTE – Qualcuno aveva iniziato davvero a pensare che avesse qualcosa di speciale. Al di là delle parate (anche ieri alcune importanti), al di là dell’effettiva qualità come portiere. Ed invece il talismano giallorosso ieri non ha funzionato e dopo quindici partite da imbattuto, Antonio Mirante deve chinare la testa ed accettare la sconfitta.

L’ultima volta che era uscito con il volto scuro dal campo era successo il 12 dicembre del 2018, di fatto un anno e mezzo fa, con la sconfitta per 2-1 in Europa League in casa del Viktoria Plzen. Poi per il portiere campano è arrivata una striscia positiva di 15 gare, dove a difesa della porta giallorossa aveva collezionato otto vittore e sette pareggi. Fino, appunto, allo scivolone di ieri a San Siro, dove quello che oramai era considerato a tutti gli effetti un vero e proprio talismano ha finito di portare fortuna. Adesso bisognerà vedere giovedì sera, contro l’Udinese, se toccherà ancora a lui. Fonseca è convinto di riavere a disposizione Pau Lopez, il titolare, ma che giochi lo spagnolo non è ancora certo.

(Gazzetta dello Sport)

© RIPRODUZIONE RISERVATA