Guido Fienga

NOTIZIE AS ROMA – La Roma scrive all’Uefa. Dopo aver visto rinviare l’impegno di Europa League con il Siviglia, e prima ancora di sapere dalla riunione convocata dalla Uefa per martedì cosa accadrà nel prossimo futuro, il club giallorosso compie il primo passo.

Ieri mattina è stata inviata una comunicazione nella quale la società giallorossa ha invitato l’organismo continentale calcistico ad un presa di coscienza della situazione a livello globale, non solo italiana, chiedendo quindi di procedere quanto prima con la sospensione delle competizioni europee. Un appello che presumibilmente non cadrà nel vuoto. P

erché anche se ieri s’è giocato, nel meeting di martedì l’Uefa – invitando i rappresentanti delle 55 federazioni, il board dell’Eca, le Leghe europee e rappresentanti FifPro (i calciatori) – si troverà da sola contro tutti. In un contesto del genere, segnato dall’incertezza, Fonseca ha deciso di concedere tre giorni di stop alla squadra. L’allenamento previsto ieri è stato annullato e il gruppo si rivedrà a Trigoria domenica alle ore 11. Prima del rompete le righe, esami per Under (affaticamento al quadricipite) e Perotti (noie al polpaccio). Il fatto che dall’ecografia non si sia passati alla risonanza magnetica, lascia intendere come siano problematiche di lieve entità. 

Sul fronte societario, permane lo stallo nella trattativa tra Friedkin e Pallotta. Lo scenario internazionale con evidenti ripercussioni nel movimento calcistico italiano (ed europeo) ha suggerito al magnate texano un momento di riflessione. Anche perché il cosiddetto equo valore’ assegnato alle 12 società della galassia Roma, è cambiato rispetto a dicembre, quando venne comunicato dal club, su richiesta della Consob, come fossero in corso negoziazioni tra le parti.

Le domande che lo stop al calcio si porta dietro (durata della sospensione dei tornei, perdite d’incassi al botteghino e nei diritti tv) hanno indotto Friedkin a prendere tempo. Qualora lo stand-by si protraesse, sarebbe Pallotta a completare autonomamente l’aumento di capitale entro giugno (attualmente ha già versato 80 milioni). Meno praticabile, almeno al momento, appare invece l’opzione di scorta, ossia l’entrata come socio di minoranza con conseguente crescita graduale di Friedkin nel club. Tradotto: se e quando entrerà, lo farà dalla porta principale.

(Il Messaggero) 

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID