Josè Mourinho

AS ROMA NEWS MOURINHO RINNOVO – Domenica, al termine della partita contro l’Udinese, sembrava cominciata una nuova luna di miele fra Mourinho e la rosa della Roma, ma sono bastati solo 4 giorni per far riportare indietro le lancette. «Qui c’è gente non ha una storia in Europa e gioca in modo superficiale». Non siamo alle accuse e alle rapide epurazioni dopo il 6-1 di Bodo, ma sono parole che fanno rumore, scrive La Gazzetta dello Sport.

Ancora di più se si riflette sul fatto che la famiglia Friedkin sta riflettendo se rinnovare il contratto al portoghese, che aspetta e spera, anche perché il pensionamento arabo non lo attrae. La palla, perciò, è sul campo della proprietà, che dialoga con Mou ma interpreta lo sport in modo diverso. Il portoghese, per parte sua, ha le idee chiare.

«Loro sono a un livello superiore. Io sono pagato per risolvere i problemi, visto che loro hanno anche altri interessi». A Trigoria spiegano come per una famiglia non cresciuta con il calcio, interfacciarsi con un tecnico che ha vinto 26 titoli emoziona il giusto. Per intenderci, gli 8 milioni di stipendio per il tecnico rappresentano una cifra importante, ma Dan Friedkin è quello che ha ingaggiato Leonardo DiCaprio per il suo ultimo film pagandolo 30 milioni. Come dire, altri livelli.

Due anni e mezzo di convivenza, però, hanno fatto capire che le provocazioni – alcune innocue, altre fastidiose – si metabolizzano meglio quando il cuore è altrove, basta però che questo non scaldi troppo l’ambiente. Cosa che qui succede, tanto da costringere il «Friedkin Group» a non accettare più commenti sui propri social (dedicati ad altro), diventati sfogatoi per tifosi non proprio oxfordiani.

Certo, la famiglia sa bene che tutti vorrebbero il rinnovo a vita per José, e questo sarà valutato. Così però come la qualificazione Champions, che finora i Friedkin hanno visto solo in tv. I 15 milioni incassati dalla Europa League finora, infatti, sono briciole al confronto del pasto degli “squali” evocati da Mou.

Ma da giovedì si riaffaccia anche una domanda: perché la Roma di Fonseca vinceva i gironi di Europa League e questa no? Dalla Svizzera (Young Boys) alla Svizzera (Servette), nelle chat che contano, ieri, giravano queste formazioni titolari. 2020-21: Lopez; Fazio, Kumbulla, Jesus; Karsdorp, Villar, Cristante, Peres; Perez, Pedro; Mayoral. 2023-24: Svilar; Llorente, Cristante, Ndicka; Celik, Bove, Paredes, Aouar, El Shaarawy; Dybala, Lukaku. Sicuri che la squadra sia peggiorata?

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO