Rui Patricio

CALCIOMERCATO AS ROMA RUI PATRICIO AREOLA – C’è un derby di procuratori intorno alla Roma. L’arrivo in giallorosso di José Mourinho ha rivitalizzato il mercato della società giallorossa, a cui nelle ultime settimane sono stati avvicinati moltissimi calciatori che prima dell’annuncio dello «Special One» erano considerati fuori portata, scrive il Corriere della Sera.

Invece, senza arrivare agli eccessi di campioni inavvicinabili come Ronaldo o Hazard, c’è un nuovo interesse verso la Roma e verso Tiago Pinto, che in questi giorni sta incontrando gli agenti di alcuni componenti della rosa attuale, ma che hanno nel loro «portafoglio clienti» dei possibili rinforzi.

In porta, ad esempio, la competizione è tra due big: da una parte Mino Raiola, che qualche giorno fa è stato a Trigoria per parlare del futuro di Mkhitaryan (entro la fine del mese è attesa una risposta da parte dell’armeno) e con l’occasione ha proposto di nuovo il suo assistito Areola; dall’altra Jorge Mendes sta lavorando per portare in giallorosso Rui Patricio. Il francese Areola ha disputato una bella annata al Fulham, e nonostante la retrocessione in Championship è stato eletto miglior calciatore della stagione.

Di proprietà del Paris Saint-Germain, già un paio di anni fa si era parlato di lui come possibile portiere della Roma, poi è finito a Madrid (9 presenze e poca gloria) prima di rilanciarsi a Londra. Ha 28 anni e il Fulham avrebbe potuto riscattarlo a 12.5 milioni, si può prendere a meno, e soprattutto con la formula del prestito con diritto di riscatto. Costa meno Rui Patricio, 33 anni del Wolverhampton e portiere più presente nella nazionale portoghese, con cui nel 2016 ha vinto l’Europeo.

Il nome di Raiola ritorna anche in altre operazioni. È un suo assistito, infatti, Justin Kluivert che il Lipsia vorrebbe riscattare a 12 milioni di euro, con la Roma che invece vorrebbe inserire nella trattativa Marcel Sabitzer, centrocampista del Lipsia e della nazionale austriaca con il contratto in scadenza nel 2022.

Sempre per il centrocampo un altro nome che piace parecchio a Mourinho è quello di Teun Koopmeiners: olandese, 23 anni, ci sarebbero già contatti con l’AZ Alkmaar. L’alternativa italiana nel ruolo è Giulio Maggiore dello Spezia, uno degli assistiti di Alessandro Lucci, che nei prossimi giorni vedrà Pinto per decidere il destino di altri due pezzi grossi della rosa: Florenzi, di ritorno dal prestito al Paris Saint-Germain, e Dzeko.

Il futuro del centravanti bosniaco è tutt’altro che certo: ha ancora un anno di contratto a 7.5 milioni di ingaggio e un’offerta dagli Stati Uniti. Deciderà dopo aver parlato con Mourinho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA