Rick Karsdorp, Lorenzo Pellegrini, Gianluca Mancini

ULTIME NOTIZIE AS ROMA BOLOGNA – Nemmeno il tempo di godersi la vittoria con l’Ajax che per la Roma, rientrata nel pomeriggio di ieri da Amsterdam dopo aver svolto in Olanda l’allenamento di scarico post partita, è di nuovo vigilia. Domani (ore 18) i giallorossi affronteranno all’Olimpico il Bologna e Fonseca dovrà faticare per mettere in campo una formazione che sia in grado di non sfigurare, ma allo stesso tempo dovrà preservare gli uomini in vista del ritorno contro l’Ajax, giovedì 15, scrive il Corriere della Sera.

In campionato si parte dagli assenti sicuri: non ci saranno lo squalificato Cristante, oltre agli infortunati «irrecuperabili» Kumbulla, El Shaarawy e Zaniolo. Sicuramente out anche Leonardo Spinazzola, uscito con l’Ajax a causa di un problema al flessore della gamba sinistra. La speranza della Roma è che l’esterno si sia fermato in tempo e non ci sia lesione: stamattina dovrebbe essere sottoposto ad ulteriori esami, anche se ieri dall’allenamento sostenuto in Olanda sono arrivate notizie abbastanza confortanti.

La squadra ha fatto lavoro di scarico in palestra e Spinazzola ha camminato sul tapis roulant, stando attento a non forzare. Niente stampelle, come ad esempio era capitato a Mkhitaryan. Per saperne di più, però, ci sarà bisogno degli esami strumentali. Se, nel migliore dei casi, non dovesse esserci lesione e Spinazzola non sentisse dolore, non sarebbe comunque rischiato per la gara contro il Bologna ma, al massimo, si tenterebbe un recupero per il ritorno con l’Ajax.

Seppure in via di guarigione, dovrebbero rimanere fuori ancora una volta Smalling e Mkhitaryan, con l’armeno che ha qualche possibilità in più di essere almeno convocato, mentre l’inglese continua ad essere valutato giorno per giorno.

La formazione anti Bologna è quindi in alto mare. In difesa c’è più di un dubbio: vicino ad Ibanez e Mancini (pure lui avrebbe bisogno di riposo), giocherà uno tra Fazio e Karsdorp. Se toccherà all’olandese, sulle fasce ci saranno Bruno Peres a destra (è squalificato in Europa) e Calafiori a sinistra; se invece toccherà all’argentino, l’olandese salirà a metà campo e il brasiliano dovrebbe finire dalla parte opposta, con l’ex Primavera risparmiato per la coppa.

In mezzo al campo tornerà Villar, c’è da capire se al posto di Veretout o di Diawara. In avanti due maglie sembrano assegnate a Borja Mayoral, che darà il cambio a Dzeko, e a Carles Perez, che prenderà il posto di Pedro. La terza dovrebbe finire a Pellegrini, che però ad Amsterdam è stato toccato duro sulla caviglia: se Fonseca dovesse decidere di preservarlo, potrebbe dare spazio, a sorpresa a Javier Pastore. Ultima apparizione dell’argentino: nove minuti il 28 giugno scorso al Meazza contro il Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA