Ieri il tecnico della Roma Luciano Spalletti ha parlato alla radio ufficiale del club giallorosso. All’inizio l’allenatore ha smentito i dissapori con la società: “Non ho criticato niente, la Roma diventerà una grande squadra anche in società nonostante qualcuno ci tenga a metterci contro”. Spalletti ha poi però affondato il colpo: “Abbiamo bisogno di mettere a posto la difesa, come sa Sabatini. Sono partiti tre titolari su quattro, o due e mezzo: Digne e Rüdiger (il tedesco infortunato fino a novembre, ndr) lo erano, Maicon è stato un grande giocatore per due anni e Florenzi ha fatto molto bene come terzino destro, ma è stato sempre motivo di chiarimento sulla sua posizione. La società sta lavorando con le problematiche che ci sono nel calcio di oggi e che stanno attraversando molti club, ma queste sono posizioni che per una squadra che vuole ambire ad un ruolo di vertice vanno messe a posto”.

Spalletti oggi sarà però già più sereno: nel pomeriggio è atteso nella capitale Mario Rui per la firma e l’ufficializzazione. Un altro acquisto potrebbe essere quello di Juan Jesus dall’Inter che può arrivare in prestito con diritto di riscatto a 7 milioni. Sabatini continua a sognare Franco Vazquez: Zamparini vorrebbe venderlo in Inghilterra ma ha fatto sapere di avere in mano una offerta di 18 milioni dall’Italia. Intanto oggi potrebbe essere ufficializzato il nuovo allenatore dei portiere (potrebbe anche essere Savorani della Primavera) mentre Andreazzoli ha rinnovato il contratto con il club.

(Gazzetta dello Sport)

© RIPRODUZIONE RISERVATA