Josè Mourinho

ULTIME NOTIZIE AS ROMA MOURINHO – «L’Italia ha perso Spinazzola. È terribile per loro e immaginate quanto lo sia per me che non lo avrò per circa sei mesi, ma il calcio è così».

José Mourinho spiega quanto la sua avventura romanista sia iniziata col piede sbagliato. L’infortunio del terzino ha complicato i piani dello «Special One» e di Tiago Pinto, costretto a rivedere in corsa le strategie di mercato, già complicate prima dello stop di Spinazzola, scrive il Corriere della Sera.

L’esterno, accompagnato dalla moglie Miriam e dal dottor Manara, è partito intorno alle 15 di ieri dall’aeroporto di Ciampino per raggiungere Turku in Finlandia, dove oggi sarà operato per la rottura sottocutanea del tendine d’Achille dal professor Orava e dal dottor Lempainen. «Andiamo avanti», le sue parole.

La caccia al sostituto è ora una priorità per Pinto. Col Chelsea, che nei giorni scorsi aveva fatto dei sondaggi proprio per Spinazzola (ieri gli è arrivata una telefonata di pronta guarigione proprio da Londra), si è parlato di Marcos Alonso e di Emerson Palmieri. «L’italo-brasiliano è un buon giocatore, con esperienza, ma Spinazzola stava giocando in modo incredibile», ha proseguito Mourinho, che non vede l’ora di cominciare a pieno ritmo la sua avventura in giallorosso.

«Altri due giorni lontano dai giocatori – ha detto il tecnico in un video pubblicato sui canali social della società – ma va bene. Il tempo è bellissimo, posso stare all’aperto, posso vedere gli allenamenti, posso organizzarli parlando con i miei assistenti che si prendono cura dei calciatori: perciò, tutto bene. Dobbiamo essere pronti ad iniziare».

La stagione partirà ufficialmente domani con il raduno dei calciatori, che troveranno ad attenderli sulla porta del centro sportivo proprio l’allenatore: lo «Special One» comincerà non solo a dirigere (a distanza) il lavoro sul campo, ma aprirà la porta del suo ufficio nuovo di zecca ai piani alti di Trigoria per incontrare personalmente alcuni calciatori. Tra i primi ci saranno sicuramente Pellegrini e Dzeko: l’attuale capitano è entrato nell’ultimo anno di contratto e presto ci sarà un incontro con la società per discutere il rinnovo.

Prima, però, vuole parlare di persona con il tecnico portoghese per capire quanto sia considerato centrale nel suo progetto. Il futuro dell’attaccante bosniaco è in bilico: ha ancora un anno di contratto ma se arrivasse un’offerta la Roma ci penserebbe. Decisivo, anche in questo caso, il parere di Mou.

© RIPRODUZIONE RISERVATA