Roger Ibanez

ULTIME NOTIZIE AS ROMA AJAX – L’Europa League fa grande la Roma. Che vede da vicino la semifinale. Giovedì prossimo il ritorno all’Olimpico per andare avanti nel torneo che, in caso di vittoria, porta direttamente in Champions, scrive Il Messaggero.

L’impresa della Roma, capace di trasformarsi in Europa League (5 successi su 5 nel nuovo anno), è di spessore. La squadra di Fonseca si difende, alzando però la linea a 5. Reparti, quindi, strettissimi tra loro. La strategia paga. Dzeko va in profondità e fa comunque salire i compagni. Soprattutto è in sintonia con Spinazzola, scatenato a sinistra. Le chance migliori, in partenza, sono per Dzeko, destro a lato, e per Cristante che fa volare il giovane Scherpen.

Niente a che vedere con la Roma fragile e fiacca che è al 7° posto in campionato. In coppa è ordinata e attenta. Aspetta e riparte. L’equilibrio salta per la solita gaffe giallorossa: lento il retropassaggio di Diawara, sbagliato il movimento di Mancini che si schiaccia verso Pau Lopez. Passano in secondo piano i 2 appoggi sbagliati di piede quando para il rigore (5° in carriera su 35), centrale e quindi innocuo, di Tadic, atterrato ingenuamente da Ibanez.

L’intervento di Pau Lopez galvanizza la Roma e spegne l’Ajax. È Pellegrini (8° gol stagionale) a far centro, su punizione. Nel finale il capolavoro di Ibanez, su corner di Pellegrini prolungato da Klaassen. Missile sparato di sinistro, dopo lo stop di petto. Da applausi come la prestazione dei giallorossi, ricca di orgoglio e personalità. E come la preparazione di Fonseca: tatticamente ha vinto il duello con ten Hag.

© RIPRODUZIONE RISERVATA