ESCLUSIVA ASROMA Foto Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 03/02/2021 Roma (Italia) Sport Calcio AS Roma, conferenza stampa di Tiago Pinto, general manager dell'area sportiva - Centro Sportivo Fulvio Bernardini ASROMA EXLUSIVE Photo Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse 03/02/2021 Rome (Italy) Sport Soccer Press Conference Tiago Pinto, general manager sports area - Fulvio Bernardini Training Center

CALCIOMERCATO AS ROMA – Per un giorno, le preghiere degli appassionati di calcio siamo convinti che siano volate a Copenaghen, da Christian Eriksen, ma chi spera o chi deve lavorare intorno all’universo sferico del pallone non si ferma, e così la Roma continua a produrre indiscrezioni intorno al mercato, scrive La Gazzetta dello Sport.

D’altronde, con l’arrivo di José Mourinho sulla panchina giallorossa, le fibrillazioni non finiscono mai, anche perché c’è una sorta di spina dorsale da ricostruire. Dal portiere al centravanti, passando per il difensore centrale ed il regista, il general manager Tiago Pinto sta lavorando a stretto contatto con lo Special One per cercare di dare un’anima a questa nuova creatura.

Certezze ancora la dirigenza non vuole darne, ma Rui Patricio da giorni è in prima fila per difendere i pali giallorossi. Il Wolverhampton chiede circa 10 milioni, la Roma vuole spendere meno, ma la sensazione è che sottotraccia Tiago Pinto e Mourinho si stiano guardando intorno per capire se sia possibile arrivare a prendere anche qualche “pesce” più grande, o magari solo più giovane, visto che il portiere della nazionale portoghese ha 33 anni.

Se però bisognerà investire in altri ruoli, facile che Rui Patricio alla fine possa arrivare. A proposito di investimenti, poi, per il ruolo di centrale difensivo, occhi puntati ancora su Aké del Manchester United e dell’Olanda. Il ragazzo nella squadra di Guardiola non è un titolare, perciò è possibile che la corte di Mourinho possa avere delle chance di riuscita. L’altro tassello che finora sembra a un passo dall’incastrarsi nel puzzle giallorosso è quello di Xhaka.

La Roma fa filtrare che non intende accettare le richieste dell’Arsenal, che vuole almeno 20 milioni. Dopo un paio di offerte più basse già respinte, a Trigoria si parla di stallo, anche se l’accordo con il capitano della nazionale svizzera è stato già raggiunto, visto che per lui è pronto un quadriennale da 2,5 milioni più bonus a stagione. Morale: meglio attendere, così come per il centravanti Daka del Salisburgo, che piace a Pinto.

La questione attaccante, però, è legata innanzitutto alla permanenza (o meno) di Dzeko. Il fixing degli ultimi giorni danno le azioni del bosniaco in risalita. Ovvero: a Mourinho piace e quindi potrebbe restare, a meno che non arrivi un’offerta che giustifichi il “sacrificio” del bosniaco. In questo caso, però, non è escluso l’investimento su un giovane di prospettiva come Daka.

Ovvio, però, che occorre vendere per monetizzare, ed in questo senso buone notizie potrebbero arrivare dal Psg. Visto che il Chelsea sembra essere in corsia di sorpasso per Hakimi, è possibile che il club parigino, non riuscendo ad arrivare al marocchino, riscatti il terzino azzurro, portando 9 milioni nella casse giallorosse. Come dire, meglio restare sintonizzati. I colpi di scena sono dietro l’angolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA