Houssem Aouar

AS ROMA NEWS BOREALE AOUAR Aouar si presenta con un gol. Il centrocampista algerino, primo acquisto della campagna estiva della Roma, nella giornata di ieri ha realizzato la rete del 4-0 a pochi secondi dal fischio finale nell’amichevole contro la Boreale. In campo per tutta la partita, Aouar ha ricoperto il ruolo di mezzala sia con la difesa a tre in un 3-5-2, sia nel 4-3-3 schierato da Mourinho nella seconda frazione di gioco, scrive Il Tempo.

Al termine della gara, il numero 22 ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti: “Per me è un onore indossare la maglia della Roma e segnare all’esordio – ha affermato il classe ’98 –. Sono ancora le prime partite della stagione, ma sto cercando di lavorare per essere al meglio della forma”.

Il centrocampista ha poi parlato di Mourinho e degli stimoli che lo Special One ha dato per il test di ieri: “È un orgoglio essere allenato da un tecnico come lui, può aiutarmi molto e sono pronto a mettermi a sua disposizione. Vuole lavorare molto perché siamo ancora all’inizio della preparazione, ma vuole anche giocare bene, oggi (ieri, ndr), in particolare ci ha detto di correre”.

A chi gli chiede di descriversi, Aouar ha risposto così: “Sono un giocatore di sqaudra, molto duttile, cerco di prendere spunto da giocatori come Zidane, Iniesta e Totti, voglio diventare grande come loro, cercherò di dare il mio apporto anche in fase offensiva realizzando qualche gol, non cambia nulla per me giocare in un 4-3-3 o in un 3-5-2”.

L’ex Lione arriva in un reparto dove dovrà vedersela con Pellegrini, Matic e Cristante, ma non sembra temere la concorrenza: “Sono un giocatore ambizioso, ma allo stesso tempo sono venuto qui con molta umiltà. Voglio giocare anche se so che la Roma ha tanti giocatori forti a centrocampo. Mi sento pronto e lo sarò sicuramente per la stagione che verrà”.

E tra i compagni di reparto c’è anche Pagano, autore del gol che ha aperto le marcature: “È un buon giocatore – ha affermato Aouar – con grande ambizione, è un bene per la squadra avere giovani simili”.

Non è mancata una digressione sul suo addio al Lione: “Non è facile fare bene quando sei all’ultimo anno di contratto. Ma è acqua passata, adesso sono un calciatore della Roma e voglio pensare solamente alla mia nuova squadra e parlare del futuro”.

L’algerino, che ha svolto tutta l’intervista parlando italiano, ha svelato un retroscena proprio sulla nuova lingua del suo club: “Appena ho saputo che sarei diventato un nuovo calciatore della Roma ho ingaggiato un professore mentre ero in Francia per cercare di essere pronto fin da subito”.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨