Marco Verratti

ULTIME NOTIZIE ITALIA VERRATTI MONDIALI 2022 – Marco Verratti, centrocampista del Paris Saint-Germain, è intervenuto in conferenza stampa direttamente dal ritiro di Coverciano. Queste le sue dichiarazioni:

Come arrivate a questi play-off?
“Bisogna essere fiduciosi, pensare al campo. Giovedì sarà una gara importante, contro una squadra che ha meritato di essere qui. Come fatto durante l’Europeo, dobbiamo andare lontano con l’entusiasmo e con la voglia”.

C’è indifferenza nei confronti della Nazionale?
“Ognuno di noi ha delle storie diverse con le squadre di club, poi qui dobbiamo dare tutto. Con la Nazionale siamo sempre riusciti ad andare avanti. Per la Serie A come per altri campionati rinviare le partite era molto difficile, si gioca di continuo e può essere un problema. Anche fossimo stati tutti ai quarti di Champions sarebbe stata la stessa situazione”.

Come state vivendo tu e Donarumma questo momento? Per gli over 30 può essere l’ultima occasione?
“C’è dispiacere per questa eliminazione, avevamo obiettivi diversi. Sulla seconda domanda dico che nessuno ne ha parlato, siamo concentrati solo su queste due partite. Tutti vogliamo giocare questo Mondiale, dobbiamo fare di tutto”.

Pensi alla possibilità di non giocare due Mondiali consecutivi?
“Siamo abituati a giocare con questa pressione, è un momento importantissimo per noi, lo sappiamo, non possiamo permetterci di essere fuori dal Mondiale, ma l’unica cosa che conosco è lavorare, dare il massimo e fare tutto ciò che c’è da fare. Anche gli altri faranno la partita della vita, noi dovremo fare lo stesso e alla fine si faranno i conti”.

Cosa abbiamo in più e in meno rispetto all’Europeo?
“Consapevolezza e fiducia in noi, abbiamo vinto qualcosa di straordinario giocando con allegria ed entusiasmo. Ancora oggi si parla di quella vittoria lì e per questo hai una forza in più. Molti ci temono, al PSG ci sono molti portoghesi e lo sanno. Sono sicuro che anche gli altri ci temano per quanto fatto e per ciò che siamo. Credo abbiamo tante possibilità di passare il turno”.

Può influire il flop contro la Svezia?
“Nel calcio come nella vita i momenti difficili restano sempre. Il calcio poi è fatto anche di piccoli dettagli, non è sempre uguale. Bisogna accettare di ritrovarsi in queste situazioni: poi le sconfitte come le vittorie resteranno sempre, bisogna sempre andare oltre. Sono sicuro che faremo due grandi partite e che faremo il massimo”.

Sono sufficienti 5 giorni di recupero?
“Penso di sì. Anche avessimo giocato il giorno dopo, tutti si sarebbero detti pronti. Ognuno vuole giocare due partite per aiutare questa squadra a raggiungere il suo obiettivo”.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID