Gianluca Scamacca quattro giorni fa, oltre a esser diventato maggiorenne, ha festeggiato anche i suoi primi due anni da calciatore del Psv Eindhoven: era il pomeriggio del 1 gennaio 2015 quando, appena compiuti i sedici anni, età a partire dalla quale la Fifa consente a un calciatore di firmare un contratto da professionista, il centravanti allora in rosa con gli Allievi Nazionali della Roma non si presentò a Trigoria per l’allenamento. “Vado in Olanda, lassù credono nei giovani” spiegò lui qualche tempo più tardi.

Fiducia ma anche quattrini, e parecchi per un ragazzino, circa 100 mila euro a stagione per tre anni con tanto di appartamento pagato e un’auto che finora ha guidato mamma Cristiana, andata a vivere con lui. A oggi Gianluca non ha ancora esordito in Eredivisie (ma succederà presto assicurano), gioca con buona costanza nella squadra under 19 ed è uno dei punti di forza della Nazionale azzurra under 18. Rimpianti zero: “Qui mi piace tutto, all’ estero è tutta un’altra cosa. Dell’Italia mi manca solo la pasta” dice il centravanti.

(Corriere della Sera)

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID