«Sono romanista, ma lo stadio della Roma non è una priorità. Non fa parte di quegli impianti da ristrutturare, vero?» ha detto Daniele Frongia, vicesindaco di Roma. Sorride, poi torna serio: «A tempo debito ne parleremo con gli altri assessori coinvolti».

«L’Olimpiade? Le priorità ora sono impiantistica e accessibilità. Partiamo dai 160 impianti del Comune, alcuni dei quali cadono a pezzi. Ci sono situazioni critiche, come il Flaminio. E bisogna abbattere le barriere architettoniche che non consentono ai cittadini con disabilità l’accesso, ad esempio, alle 5 stazioni centrali della metro. Non ci sono soldi. Li troveremo aggredendo gli sprechi».

(Gazzetta dello Sport)

© RIPRODUZIONE RISERVATA