Paulo Fonseca

LAZIO-ROMA 3-0 FONSECAPaulo Fonseca si rivela ancora una volta un allenatore inaffidabile quando si tratta di sfidare le big della Serie A. Il portoghese, come spesso è accaduto, ha puntato il dito verso i suoi calciatori scordandosi di analizzare le proprie colpe. Questa volta, però, il tecnico ha cercato anche di minimizzare la sconfitta: “È solo una partita persa“, ha detto senza considerare che il derby porta con sé una serie di significati che vanno oltre i tre punti, riferisce Il Messaggero.

Il crollo contro la Lazio secondo l’allenatore è nato dai gol incassati a inizio partita che avrebbe destabilizzato la squadra: “Se non avessimo preso il primo gol sarebbe stata una gara totalmente diversa. Manca l’esperienza per gestire questo tipo di partita e questi momenti. Se prendiamo gol contro squadre come la Lazio è difficile cambiare il risultato“.

Fonseca lascia intendere che la squadra quando incassa gol o va in difficoltà non è in grado di reagire, pur avendo tra le proprie fila calciatori di comprovata esperienza come Smalling, Mkhitaryan e Dzeko e altri in ascesa come Mancini, Spinazzola e Pellegrini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA