James Pallotta

(Il Tempo – E. Menghi) L’attesa è stata premiata. Dopo quasi 5 anni con la maglia da gioco «immacolata», la Roma prende il volo con Qatar Airways, un super sponsor da 40 milioni di euro in 3 anni. La strategia di non svendere lo spazio sulla divisa coglie i suoi frutti grazie all’accordo con la compagnia di bandiera del Qatar che frutterà circa 13 milioni di euro a stagione fino al 2021. Più del doppio rispetto all’ultimo contratto con Wind, rescisso nel 2013. L’appeal della semifinale di Champions ha fatto anticipare i tempi, l’intesa era stata raggiunta a partire dalla prossima stagione, ma Qatar Airways ha deciso di sfruttare la grande visibilità garantita dalla doppia sfida col Liverpool: oggi i giallorossi scenderanno in campo ad Anfield con la maglia finalmente «ricca». Battuta la concorrenza della Turkish Airlines, non era destino (per la seconda volta). Pallottafesteggia il colpaccio: «Dopo 8 mesi di lavoro dietro le quinte, siamo felici di annunciare una partnership storica in un periodo significativo per il club». La compagnia aerea dell’emirato arabo, dopo le apparizioni sulle casacche di Barcellona e PSG, rafforza il già forte legame con l’Italia, e in particolare con Roma, dove si è tenuta la corsa di Formula E, di cui è sponsor. Non a caso il presidente romanista si è fatto vedere al circuito dell’Eur durante l’ultimo blitz nella capitale, dove tornerà per il secondo round coi Reds. Presto potrà ufficializzare il «back sponsor» Huyndai e in vendita ci sono pure gli spazi per la pubblicità sui kit d’allenamento. Non Alisson: «In diversi, Liverpool compreso, lo vogliono, ma non abbiamo interesse a cederlo». Lo preoccupa lo stadio: «Ogni mese di ritardo ci costa 1 milione di dollari».

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID