Josè Mourinho

ULTIME NOTIZIE AS ROMA MOURINHO SARRI – Davanti a tutti. Lazio e Roma, Mau e Mou. Dal 2003 le squadre della Capitale non vincevano contemporaneamente le prime 2 partite di campionato. Sì, certo, a punteggio pieno ci sono anche Inter, Milan e Napoli, ma loro due, José Mourinho e Maurizio Sarri, hanno la miglior media punti in Serie A fra tutti i 20 tecnici, scrive il Corriere della Sera.

Il portoghese è largamente in testa a quota 2,20 mentre Sarri nello scorso weekend ha superato per appena un millesimo Allegri battuto dall’Empoli: 2,031 contro 2,030. Davanti a loro, nella storia della A, c’è solo Conte (2,26); ma non a caso, «approfittando» delle dimissioni lautamente retribuite del tecnico campione d’Italia in carica sono proprio Allegri, Mourinho e Sarri, in ordine di titoli, i 3 soli allenatori del 2021-22 che possono vantare scudetti (in Italia) in bacheca.

Mau e Mou sono separati da 4 anni d’età e 23 titoli. Il toscano, nato per sbaglio a Napoli, è del 1959 e ne ha vinti 2: l’Europa League con il Chelsea (2018-19) e lo scudetto con la Juventus (2019-20); il portoghese è del ‘63, anche lui di gennaio – ma Aquario «contro» Capricorno – e fra campionati (8) e coppe (17) è arrivato a 25 trofei, anzi 25 e mezzo, come dice lui, perché il Tottenham l’ha esonerato 6 giorni prima della finale di League Cup.

Sarri in realtà ha vinto anche un titolo minore, la Coppa Italia di serie D con la Sansovino ad aprile 2003, anticipando di poche settimane la doppietta campionato-coppa del Porto con cui Mourinho inaugurò la sua bacheca, già piena di 20 trofei quando finalmente Mau conquistò, nel 2014, la Serie A con l’Empoli. Due carriere lunghissime, le loro: dopo la sosta Mourinho festeggerà contro il Sassuolo le mille panchine, Sarri le ha già superate ma il conto è difficile perché è partito dalla Seconda Categoria, tra i dilettanti ne ha fatte quasi 400, poi 340 nelle stagioni di C2, C1 e B, e da quando è in A sono 306 coppe comprese. Al suo esordio tra i grandi aveva 55 anni, ha vinto lo scudetto a 61 togliendo a Liedholm il record di allenatore più anziano.

Mourinho non conquista trofei dal 2016-17 (EL e Coppa di Lega con il Manchester United) e la Premier 2017-18, conclusa al 2° posto, a -19 dai cugini del City, è stata il suo ultimo campionato intero. Ma in 94 anni di storia della Roma solo Garcia, con 10 vittorie nel 2013, era partito meglio di lui, che domenica ha eguagliato i 4 successi all’esordio di Varglien nel ‘52. Sarri, che ha visto la sua Lazio segnare 9 gol nelle prime 2 giornate come non era mai riuscita a fare in Serie A, è finito sempre sul podio nei suoi ultimi 5 campionati: 2°-3°-2° con il Napoli, 3° con il Chelsea, scudetto con la Juventus.

Si sono sfidati solo una volta: Chelsea-ManU 2-2 nel 2018, pareggio blues di Barkley al 96’, poi quasi una rissa fra Mourinho e un assistente (Ianni) del tecnico italiano. Si ritroveranno il 26 settembre in quello che sarà solo il secondo derby romano della storia in cui entrambi gli allenatori avranno scudetti e coppe europee in bacheca: unico precedente un Lazio-Roma 0-1 del 2000, quello dell’autogol di Negro fondamentale per lo scudetto strappato da Capello ad Eriksson (esonerato ben prima della sfida di ritorno).

A proposito di Capello, volete sapere come finì quel campionato 2003-04, l’ultimo in cui Roma e Lazio vinsero le prime due partite? Don Fabio arrivò 2°, Mancini 6° e vinse la Coppa Italia. Erano entrambi all’ultima stagione nella Capitale. Mou e Mau hanno appena cominciato, e l’hanno fatto benissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA