NOTIZIE ROMA-BARCELLONA 4-2 – La Roma ad Arlington schianta 4-2 il Barcellona di Malcom in rimonta. Partono subito col piede sull’acceleratore i blaugrana e soprattutto Malcom, con Olsen che rischia di essere bucato dopo una manciata di secondi. Al 6′ i catalani trovano il vantaggio con Rafinha: De Rossi perde palla a centrocampo con un passaggio superficiale e il Barça dà il via a un contropiede fulmineo che vede coinvolti Sergi Roberto, Rafinha, Malcom e Munir che restituisce di prima il pallone all’ex Inter, abile a stoppare con il petto e battere Olsen incolpevole. Il portiere svedese è chiamato agli straordinari all’8′, quando si oppone al tiro ravvicinato di Malcom.

La Roma reagisce costruendo soprattutto dalla destra: al 12′ cambio di gioco di Dzeko per Florenzi che prova il gol dell’anno con un destro al volo quasi impossibile: palla fuori ma bel gesto tecnico. Al 16′ altra chance per Rafinha, ma il tiro a giro col sinistro finisce di poco a lato. Nella fase centrale del primo tempo poco da segnalare, poi al 35′ Justin Kluivert illumina il Texas: accelerazione impressionante sulla destra che lascia sul posto Lenglet e Vidal prima di mettere al centro un pallone che El Shaarawy è bravo a impattare in rete col destro. La Roma pareggia e, dopo le scintille tra Manolas e Malcom (reo di essere un po’ troppo lezioso), prende coraggio creando altre due palle gol nitide in pochi minuti. Prima con El Shaarawy, poi con Dzeko.

Nel secondo tempo la Roma (che cambia Olsen con Mirante) rientra bene e trova il raddoppio dopo pochi secondi: lancio millimetrico dalla difesa di De Rossi per El Shaarawy, che mette giù e batte Cillessen. Tutto molto bello, ma il guardalinee annulla per il fuorigioco del numero 92 giallorosso. Tempo due minuti e il Barcellona rimette il muso avanti: Rafinha serve il neoentrato Ballou, che mette in mezzo dopo il rimpallo fortunoso con Manolas e Malcom infila il più beffardo dei gol, a porta vuota. La squadra di Valverde continua a spingere e va vicina al tris prima con Malcom e poi con Rafinha al 55′. Dopo il gol annullato i giallorossi subiscono e basta la qualità e la velocità degli avversari. All’ora di gioco girandola di cambi per Di Francesco, che inserisce anche Schick e Pastore. Neanche il tempo di mettersi in campo che gli spagnoli hanno un’altra occasione con Ruiz, ma Mirante è bravo a deviare in corner. Al 75′ dentro anche gli altri due reduci dal Mondiale, Fazio e Kolarov.

Al 78′ arriva il pari giallorosso con la rete di Alessando Florenzi: errore madornale in difesa del Barcellona che regala palla a Schick, poi Florenzi serve Perotti che deve solo battere a rete da pochi metri. L’argentino si emoziona sul più bello e si fa togliere il pallone, ma Florenzi è appostato bene sulla respinta in area e batte a rete col brivido di una deviazione. La Roma prende coraggio e lo stesso Florenzi per poco non firma la doppietta con un sinistro a giro che finisce però centrale. La chance arriva pure per Schick, che si avventa in spaccata sul cross basso di Cristante, ma viene contrastato da un difensore che favorisce l’intervento di Cillessen. La squadra di Di Francesco ci crede e all’83’ completa la rimonta con il bel piattone dal limite di Cristante, che riceve da Pellegrini e anticipa l’avversario togliendogli il tempo dell’intervento prima di calciare in porta. Cillessen tocca, ma non basta. All’85’ Schick fa valere la sua freschezza e la buona condizione fisica e mentale guadagnando un calcio di rigore. Dal dischetto va Perotti che non sbaglia (anche se non con la sua solita rincorsa camminata) e firma il poker giallorosso. La Roma subisce per la maggior parte della partita, ma è cinica sfruttando nel finale la maggior esperienza di fronte a un Barcellona ormai imbottito di ragazzini.

Barcellona-Roma 2-4

Barcellona (4-3-3): Cillessen; Semedo, Marlon (46′ Miranda), Lenglet, Cucurella (46′ Chumi); Rafinha, Sergi Roberto (46′ Puig), Arthur (46′ Monchu); Malcom, Munir (46′ Ruiz), Vidal (46′ Ballou).
A disp.: 
Ezkieta, Ter Stegen, Cuenca, Mingueza, Palencia, Collado, A. Gomez, D. Suarez, Perez, P. Alcacer.
All.: Valverde.

Roma (4-3-3): Olsen (46′ Mirante); Florenzi, Manolas (60′ Jesus), Marcano (76′ Fazio), Santon (60′ Luca Pellegrini); Lorenzo Pellegrini (60′ Schick), De Rossi (C) (60′ Gonalons), Strootman (60′ Cristante); Kluivert (60′ Pastore), Dzeko (60′ Perotti), El Shaarawy (76′ Kolarov).
A disp.: Fuzato, Cardinali (GKs), Bianda.
All.: Di Francesco

Arbitro: Rivero
Assistenti: Bermudez, Garner
Quarto Uomo: Mendoza

Ammonizioni: 27′ Pellegrini, 37′ Manolas, 37′ Vidal.

Marcatori: 6′ Rafinha, 35′ El Shaarawy, 48′ Malcom, 78′ Florenzi, 83′ Cristante, 86′ Perotti (rig.)

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID