Paulo Fonseca

ULTIME NOTIZIE AS ROMA FONSECA TOTTENHAM – Un indizio lo aveva già dato una settimana fa, quando in un’intervista rilasciata al «The Telegraph» Paulo Fonseca aveva ammesso: «Ho un sogno: allenare in Premier League. L’atmosfera che si vive lì è unica e non è un caso che ci siano i migliori giocatori e allenatori. La sensazione è che sia un sogno che possa realizzarsi. Non so quando, ma so che accadrà».

Ecco, Fonseca lo sta per realizzare proprio in queste ore, visto che a meno di clamorosi colpi di scena dovrebbe essere il nuovo allenatore del Tottenham. Già, proprio quegli Spurs che ad aprile esonerarono Mourinho, che ne ha poi preso il posto nella Roma, scrive La Gazzetta dello Sport.

Uno scambio di panchine quantomeno curioso, una di quelle storie che rendono il calcio ancora più bello di quello che già è. Con l’annuncio dell’addio a Fonseca e quello dell’arrivo di Mou ufficializzati dai Friedkin nello stesso giorno, il 4 maggio, a distanza di poche ore l’uno dall’altro.

Subito dopo la fine della sua storia con la Roma (due stagioni chiuse con un quinto ed un settimo posto, ma anche con una semifinale di Europa League) Fonseca aveva avuto alcuni contatti con Napoli e Fiorentina, ma anche con Zenit e Benfica.

Tra queste si era inserito pure il Tottenham, prima di virare altrove. Tanti i tecnici sondati negli ultimi due mesi dai londinesi: da Rodgers (appena esonerato Mou) ai vari Flick, Pochettino (sarebbe stato un ritorno), Nagelsmann e ten Hag. Fino ad Antonio Conte, l’ultima assalto di Daniel Levy. Quando però la trattativa con l’ex allenatore dell’Inter è saltata, gli Spurs hanno riallacciato i contatti con Fonseca. E anche qui la coincidenza è curiosa, visto che pure due estati Fonseca non fu la prima scelta della Roma e il club giallorosso scelse lui solo dopo aver incassato una serie di no (tra cui, appunto, anche quello dello stesso Conte).

Fonseca in questi giorni si è rigenerato al mare, in Sardegna, con la moglie Katerina e il piccolo Martin. Una pausa per staccare la spina, prima di tuffarsi in questa sua nuova avventura. Il tecnico portoghese è infatti pronto a firmare un triennale da oltre tre milioni di euro a stagione. Ad orchestrare la trattativa è stato Fabio Paratici, direttore sportivo in pectore del Tottenham. Gli Spurs ripartiranno da lui, con l’obiettivo di tornare in Champions.

© RIPRODUZIONE RISERVATA