Cengiz Under

NOTIZIE AS ROMA UNDER – A Udine lo scorso anno Cengiz Under ha segnato un gol alla Montella. Finta e tiro secco, poi i complimenti di tutti: quarta rete consecutiva in tre partite giocate da titolare, a Verona, appunto, poi doppietta in casa col Benevento e poi in Friuli.

Under ha mostrato gli artigli anche in Champions, quest’anno due volte, con Plzen e Cska, lo scorso anno con lo Shakhtar (prima di quella partita non era mai stato impiegato). Le big gli hanno messo gli occhi addosso, dal Bayern al Barcellona, dal City allo United. E’ partito bene in questa stagione, su di lui tante aspettative, la possibilità di un salto di qualità triplo. Sta andando bene ma ora sta vivendo un periodo di semi appannamento. Capita. Se in Champions, a parte l’ultima trasferta a Mosca, ha sempre giocato titolare, in campionato è bloccato al gol con il Frosinone, quello che ha stappato la Roma dalla crisi.

Udine è l’occasione per ritrovare la via della rete (a parte l’impegno di stasera con la sua Nazionale, che affronterà l’Ucraina in amichevole). Under è considerato da tanti una gallina dalle uova d’oro, oppure una semplice plusvalenza. Il suo contratto scade a giugno del 2022 ed ora guadagna pochino in proporzione a quanto gli offrono ovunque. La Roma tratta il rinnovo con adeguamento corposo, più clausola.

Under è affascinato dalla Roma, ma è anche ambizioso. E sa che deve ricominciare a correre verso il gol. Perché oggi tutti sono pronti a offrire la luna per lui (compresa la Roma), ma davanti a un rendimento scadente, quei tutti sono capaci di mollarti. Prima di subito.

(Il Messaggero – A. Angeloni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA