Daniele De Rossi

AS ROMA NEWS BAYER LEVERKUSEN DE ROSSI «Sono imbattuti, non sono imbattibili». Il messaggio perfetto per preparare la semifinale europea, la quarta consecutiva per la Roma. La prima assoluta da tecnico per De Rossi che al netto dell’inevitabile emozione crede, e anche tanto, al raggiungimento della finale, e così deve fare anche la sua squadra pronta domani ad affrontare il Bayer Leverkusen neo campione di Germania, scrive il Corriere dello Sport.

Una sfida difficile, certo, ma che nella testa dei suoi giocatori non deve apparire impossibile. Per questo ieri il tecnico prima dell’allenamento ha voluto parlare con chiarezza e schiettezza alla sua squadra per eliminare ogni alibi sullo scontro, per dargli la consapevolezza di essere una squadra forte e che per la terza volta consecutiva può raggiungere una finale europea.

«Dobbiamo rispettare l’avversario, quello che ha fatto in questa stagione, ma non dobbiamo temerlo. Noi non dobbiamo temere nessuno. Abbiamo battuto il Feyenoord, poi il Brighton e infine il Milan: ci davano per spacciati e invece siamo riusciti a eliminare tutti», il concetto delle parole di De Rossi ai suoi.

Per questo motivo “mister presente” prima ha lavorato sulla testa dei suoi, come accade spesso prima dei big match, e poi sulle gambe. Tra le corde toccate non c’era l’aspetto motivazionale: tutti in squadra vogliono sbarcare a Dublino, tutti non hanno la minima intenzione di concedere un centimetro agli avversari per tentare di replicare l’impresa della scorsa stagione: 1-0 all’Olimpico con gol di Bove, poi il grande impegno alla BayArena per tenere il risultato sullo 0-0 e volare a Budapest.

Sarà un Leverkusen più forte rispetto a quello di un anno fa e naturalmente galvanizzato sia dal successo del campionato sia dalla voglia di rivincita per la passata eliminazione. Basti pensare che praticamente tutti i giocatori si porteranno la famiglia al seguito, e tutti nutrano un profondo senso di vendetta verso i giallorossi. Ma la Roma è la Roma, e quella formato europeo ha dimostrato di potersela giocare contro chiunque.

«Siamo emozionati, vogliamo viverci un’altra serata indimenticabile, davanti ai nostri tifosi, consapevoli che sarà una sfida difficilissima, ma non fuori dalla nostra portata – ha commentato De Rossi. Da temere c’è la loro condizione mentale. Una squadra che non perde mai si può sentire imbattibile. Dovremo essere pimpanti e carichi, vincerà chi sarà più forte in queste due partite, non in tutto l’anno».

Un segnale importante lanciato anche alla squadra: non importa se il Bayer Leverkusen ha stravinto la Bundesliga, non importa se non perde una partita dal 27 maggio scorso, non importa se sono i favoriti per volare in finale e vincere il torneo. La semifinale si gioca su due partite, e possono diventare imprevedibili. Il Brighton e il Milan ne sanno qualcosa.

L’andata si disputerà all’Olimpico e il ritorno invece in Germania, come un anno fa: «Cambia poco giocare la prima o la seconda in casa, conta l’atteggiamento che avrai in queste partite, soprattutto dai risultati che farai. Se vinci la prima e ti porti un piccolo vantaggio, avrai poi un atteggiamento positivo nella seconda per passare il turno». Questo pomeriggio l’allenamento di rifinitura, poi – salvo ripensamenti – il rompete le righe per tornare dalle famiglie con appuntamento fissato a domani mattina. Sarà difficile, ma non impossibile. Imbattuti, ma non imbattibili.



FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGGI TUTTOCALCIOWEB.INFO

🚨SEGUICI IN DIRETTA🚨