Dan e Ryan Friedkin

ULTIME NOTIZIE STADIO DELLA ROMA – Con il procedimento per l’abbandono del progetto dello Stadio di Tor di Valle che si avvia ad una chiusura definitiva, la Roma pensa già al prossimo capitolo. Con una parola d’ordine: sostenibilità. I Friedkin vogliono uno stadio «green, da tirare su senza alcuna speculazione edilizia», scrive La Repubblica.

Il problema è identificare l’area giusta per ospitare il catino da non più di 40mila posti. All’Eur sono stati presi in considerazione il Tre Fontane, dove già giocano i giovani della primavera e la prima squadra femminile, e sono stati avviati i primi contatti con Eur Spa per sondare l’ex Velodromo. Scartata la ristrutturazione dello stadio Flaminio, per cui era stato già contattato lo studio dell’archistar Renzo Piano, sono state vagliate le opzioni Tor Vergata e Pietralata. Ma l’area che più stuzzica la dirigenza giallorossa è quella dell’Ostiense.

In Comune si è parlato anche dell’area della vecchia Fiera di Roma, ma il club giallorosso sembra più orientato verso l’area che comprende gli ex Mercati generali e un terreno a ridosso del Gazometro e del Tevere: la prima opzione presenta diversi problemi di sorta, la seconda implicherebbe una trattativa con Eni, proprietaria del terreno. Ad ogni modo, per non incappare negli stop del precedente progetto, questo dovrà prevedere sin da subito un piano preciso per il trasporto pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA