Rick Karsdorp

AS ROMA NEWS KARSDORP – Dopo i massaggi, ci mancavano i problemi psicologici. Rick Karsdorp sarebbe rimasto traumatizzato dalle conseguenze che hanno generato le parole di Mourinho al fischio finale di Sassuolo-Roma (“È un traditore. Deve cercarsi un’altra squadra”), tanto da restare nella sua Amsterdam lontano da tutto e tutti. E mentre la sua fidanzata cerca dei centri massaggi come dichiarato su Instagram, lui si siede sulla chaise longue dello psicoterapeuta a parlare del terribile rapporto con il suo allenatore, scrive Il Messaggero.

Una relazione talmente complicata che ha spinto uno specialista a scrivere un certificato per esentarlo dagli allenamenti a Trigoria e dalla tournée in Giappone per stare lontano dal suo carnefice. Una storia a cui nessuno crede nell’ambiente calcistico, anzi gli operatori di mercato più smaliziati (il procuratore di Rick compreso) già stanno capendo come muoversi per piazzarlo. Un caso che ricorda quello di Emerson nel 2004 che, pur di andare alla Juventus, fece arrivare un certificato a Franco Baldini dichiarando una depressione.

Oggi il destinatario è Tiago Pinto e, come allora, non può far altro che prenderne atto e chiedere al giocatore di presentarsi a Trigoria per sottoporsi a una visita medica per poter verificare le condizioni di salute. Al momento non è ancora arrivata una risposta. La società è rimasta spiazzata perché prima di partire per l’Olanda, l’esterno aveva dato l’impressione di essersi messo alle spalle la lite. Dopo la gara a Reggio Emilia, infatti, si era allenato per i tre giorni successivi con la squadra. E alla vigilia della partita con il Torino ha partecipato a una riunione con Mourinho e Pinto in cui gli è stato dato il via libera a partire perché non sarebbe stato convocato. Il giorno seguente è salito su un volo per Amsterdam e non è mai più tornato a Roma.

Karsdorp ha un contratto fino al 2025 (rinnovato a marzo 2021) e la vicenda ha praticamente azzerato il valore del cartellino. L’unica alternativa è sanare lo strappo o cederlo in prestito (interessa a Juventus, Inter, Marsiglia e Feyenoord). Pinto si guarda intorno per sostituirlo: piacciono Bellerin e Bereszynski. Mourinho, intanto, ha portato in Asia un blocco Primavera composto da Missori, Tahirovic, Keramitsis e Cherubini.

Che si aggiungono ai giovani ormai stabilmente in prima squadra (assente Faticanti). Sono rimasti a Trigoria Cristante (recentemente operato al polso sinistro) e Solbakken (potrà aggregarsi alla squadra dal 1° gennaio). La Roma alloggerà in un hotel nel centro di Tokyo differente da quello in cui ci saranno sponsor e ospiti. È stata allestita anche Casa Roma che si trova in un palazzo del quartiere Shibuya.

FOTO: Credit by Depositphotos.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SCARICA L'APP DI ROMAGIALLOROSSA.IT PER ANDROID